Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 28 Giugno 2017, ore 17.56
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Indici Europei
Ufficio Studi Teleborsa
Consultare il Glossario per la spiegazione dei termini impiegati.
DAX
la settimana da lunedì 26 giugno
23/06/2017 - h.22,45 Settimana positiva per l’indice tedesco Dax che mostra una salita dello 0,33%. La ripresa dell'economia tedesca iniziata, nel 2013, sta crescendo a un ritmo più ampio e sta guadagnando impulso. E' quanto afferma l'Istituto IFO che stima un Prodotto Interno Lordo tedesco in aumento dell'1,8% quest'anno (da +1,5%) e del 2% nel 2018 (da +1,7%). Come negli anni precedenti, la ripresa è guidata guidata da una domanda di consumi in rapida crescita tra le famiglie private e da un'intensa attività nelle costruzioni. Le esportazioni - continua l'Istituto di statistica - daranno un crescente contributo che beneficerà delle migliorate prospettive economiche nell'area euro e nel resto del mondo. Per l'inflazione, le stime sono di un +1,7% nel 2017 e +1,6% nel 2018.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice DAX
12907,80 Resistenza 2
Variazione % -0,15
12797,98 Resistenza 1
10,91 Performance da inizio anno %
12733,41 Last
Score 55
12688,16 Supporto 1
ripiego Outlook
12627,87 Supporto 2
Medium Term
FTSE 100
la settimana da lunedì 26 giugno
23/06/2017 - h.22,45 Settimana cauta per l’indice britannico che chiude l’ottava con una salita dello 0,06%. La Bank of England si conferma quanto mai "colomba" nel proprio approccio di politica monetaria. In un incontro con i banchieri a Mansion House, Londra, il Governatore dell'Istituto centrale britannico Mark Carney ha affermato che è ancora troppo presto per alzare i tassi di interesse per la prima volta in una decade. Come ampiamente atteso, inoltre, Carney ha puntato il dito contro l'insoddisfacente crescita dei salari nel Regno Unito, spiegando che è un fattore di ostacolo alla ripresa dei prezzi al consumo. Grande incertezza deriva inoltre dall'avvio delle negoziazioni tra Regno Unito e Unione Europea per la Brexit. Secondo il Governatore non si può prevedere come l'economia nazionale risponderà a questo delicato passaggio storico. Nell'ultimo meeting di politica monetaria la BoE ha mantenuto il costo del denaro ai minimo storici dello 0,25%, ma per la prima volta dal 2007 ben tre membri su nove hanno chiesto un cambio di rotta. Carney ha votato per lo status quo ma lasciato intendere che un rialzo non è impossibile.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice FTSE 100
7511,40 Resistenza 2
Variazione % -0,53
7466,36 Resistenza 1
3,94 Performance da inizio anno %
7424,13 Last
Score 55
7421,32 Supporto 1
ripiego Outlook
7386,51 Supporto 2
Medium Term
CAC 40
la settimana da lunedì 26 giugno
23/06/2017 - h.22,45L’indice della borsa di Parigi chiude l’ottava in rialzo (+0,94%). L'economia francese si conferma in recupero nei primi mesi dell'anno. Lo ha confermato l'INSEE, l'ufficio statistico francese, che ha pubblicato la stima dettagliata e definitiva del 1° trimestre. Il Prodotto Interno Lordo francese è stato confermato in crescita dello 0,5%. Si tratta di una revisione al rialzo rispetto al +0,4% della stima precedente rilasciata a fine aprile e degli analisti. Nell'ultimo scorcio del 2016 il PIL si era attestato a +0,5%. Su base annua segna un +1,1%. Rimangono stabili le spese dei consumatori dopo il +0,6% precedente, l'export cala dello 0,7% su base mensile e accelera dell'1,9% su anno.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice CAC 40
5319,26 Resistenza 2
Variazione % 0,05
5282,90 Resistenza 1
8,30 Performance da inizio anno %
5266,12 Last
Score 50
5246,54 Supporto 1
stop Outlook
5228,85 Supporto 2
Medium Term
IBEX 35
la settimana da lunedì 26 giugno
23/06/2017 - h.22,45 L’indice Ibex 35 ha chiuso la settimana con una performance negativa (-0,64%). Migliora nettamente la view della Banca Centrale spagnola sulla quarta economia dell'Eurozona. L'Istituto iberico stima ora un aumento del PIL del 3,1% nell'anno in corso, in forte accelerazione rispetto al +2,8% prospettato ad aprile. Per il 2018 e il 2019 il prodotto interno lordo dovrebbe crescere invece rispettivamente del 2,5% (+2,2% l'outlook precedente) e del 2,2% (stima confermata).
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice IBEX 35
10873,90 Resistenza 2
Variazione % -1,20
10754,70 Resistenza 1
13,67 Performance da inizio anno %
10630,80 Last
Score 60
10635,50 Supporto 1
stop Outlook
10556,30 Supporto 2
Medium Term
DJ-EStoxx50
la settimana da lunedì 26 giugno
23/06/2017 - h.22,45 Settimana positiva per l’indice Eurostoxx che chiude l’ottava con una salita dello 0,52%. La ripresa economica nell'Eurozona si va rafforzando, ma l'inflazione non mostra ancora chiari segnali di recupero verso il target del 2% indicato dalla BCE. E' quanto conferma il consueto bollettino mensile della BCE, dopo le indicazioni date dal presidente Mario Draghi in conferenza stampa. Nel rapporto, che segue la riunione di politica monetaria dell'8 giugno scorso, si segnala che anche nei prossimi mesi la crescita dei prezzi di manterrà sui livelli attuali. Il bollettino, pur rilevando che c'è stata una spinta dei prezzi nelle prime fasi della catena produttiva, ribadisce che l'inflazione non ha dato ancora segnali "convincenti" di una tendenza al rialzo. Per contro, gli ultimi dati macroeconomici dell'Area Euro segnalano il mantenimento di una solida crescita per il secondo trimestre, spinta anche dalla sostenuta ripresa mondiale. Il commercio mondiale è cresciuto in maniera significativa negli ultimi mesi, beneficiando, tra gli altri fattori, della ripresa in atto nelle economie dei paesi emergenti. Le proiezioni macroeconomiche di giugno 2017, formulate per l’area dell’euro dagli esperti dell’Eurosistema a fine maggio e condizionate all’ipotesi della piena attuazione di tutte le misure di politica monetaria della BCE, prevedono una crescita annuale del PIL in termini reali dell’1,9% nel 2017, dell’1,8% nel 2018 e dell’1,7% nel 2019.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice DJ-EStoxx50
3583,62 Resistenza 2
Variazione % 7,69
3557,06 Resistenza 1
7,69 Performance da inizio anno %
3543,68 Last
Score 50
3530,50 Supporto 1
stop Outlook
3516,48 Supporto 2
Medium Term
Avviso
Le Informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d'investimento presa sulla base delle presenti Informazioni è di esclusiva responsabilità dell'utente del sito.
Tali Informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all'investimento.