Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Sabato 3 Dicembre 2016, ore 22.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Come scegliere la tv in streaming giusta per voi

Scienza e tecnologia · 26 ottobre 2016 - 12.27
Internet negli anni ha assunto un ruolo sempre più dominante nella nostra vita tanto da farci quasi impazzire quando non abbiamo una connessione, per questo motivo anche il futuro della televisione è strettamente legato al mondo del web.
Negli ultimi tempi la fruizione dell'intrattenimento sta cambiando sia nelle tipologie che nelle modalità, la necessità odierna infatti è quella di poter usufruire dei vari contenuti dove e quando si vuole e la rete è lo strumento che permette di soddisfare questo bisogno.

La televisione si sta evolvendo attraverso la nascita di piattaforme di Tv Streaming di cui in Italia i principali player sono l’americana Netflix, Infinity (del gruppo Mediaset), Timvision di Telecom e Now Tv, che altro non è se non l’evoluzione di Sky OnLine.

Tutti e quattro i player sono fruibili su più device, hanno tutte una propria app per smartphone, tablet, smart TV e console per videogiochi, anche se TimVision non è presente negli store di Playstation 4 e Xbox One.

Per quanto riguarda Netflix e Infinity i provider del servizio si affidano a terze parti per la distribuzione dello stesso (come detto in precedenza smartphone, tablet, smart tv ed altro), mentre per quanto riguarda TimVision e Now Tv, oltre a distribuire i propri contenuti su un hardware sviluppato da altri come fanno le due Tv OnDemand concorrenti, offrono ai propri abbonati la possibilità di acquistare o noleggiare un decoder che permetta di trasformare la televisione in una smart Tv a tutti gli effetti.

Quello che però incide sulla decisione di abbonarsi ad uno o ad un altro servizio è sicuramente il rapporto tra prezzo e il numero di contenuti disponibili.
Tutte e quattro le Tv propongono un periodo di prova gratuito che va da 14 a 30 giorni.



Sicuramente la piattaforma con il prezzo più competitivo è Timvision che ha un costo mensile di 5 euro e che ha parecchie facilitazioni per i clienti di rete fissa, mobile e Internet, come pacchetti "tutto compreso" o sconti. Per quel che riguarda i contenuti la competitività non è delle migliori dato che la Tv di Telecom non produce contenuti propri e deve quindi comprare tutti i titoli che sono a disposizione, con il rischio di vederseli soffiare dai rivali. Anche il fatto di poter vedere i programmi Rai e La7 sia in diretta che On Demand non è una grande cosa; eh sì perché già le reti stesse mettono a disposizione i contenuti mandati in onda, rendendoli fruibili per utenti attraverso i loro si internet. C’è inoltre da dire che la maggior parte delle serie tv presenti nel catalogo TimVision sono contemporaneamente disponibili anche sulle altre piattaforme.



Infinity, invece, ha un costo mensile di 7,99 euro, ma lo si può trovare in promozione a 5,99 euro al mese.
Le esclusive Mediaset e l’opzione Download & Go, che permette di scaricare sul proprio device un contenuto e di vederlo in un secondo momento anche senza connessione Internet, rappresentano i punti forza della Tv streaming di Mediaset.




Netflix è la più importante piattaforma di streaming nel mondo ed ha 3 differenti abbonamenti: quello da 7,99 euro che dà la possibilità di avere una sola sessione di streaming con il proprio account e non ha l’alta definizione, quello da 9,99 euro che permette di vedere i contenuti su due device contemporaneamente in HD, ed infine quello da 11,99 euro consente fino a quattro sessioni di streaming in contemporanea, in alta definizione e qualora fosse disponibile i contenuti in Full HD.
La piattaforma, però, è troppo concentrata sui prodotti strettamente made in Usa, come talk show o stand up comedy, che hanno poco appeal nel nostro Paese. Scadente anche il catalogo cinema, con pochi film tradotti e di prima visione.



Now Tv propone tre pacchetti base: cinema, serie tv e intrattenimento che hanno un costo unitario di 9,99 euro, in coppia 14,99 euro e tutti e tre insieme 19,99 euro, inoltre se si vuole vedere il pacchetto calcio il prezzo è di 19,99 euro al mese, mentre per vedere tutti gli sport il prezzo è di 29,99 euro, con la possibilità di acquistare anche solo singoli eventi sportivi a partire da 4,99 euro per evento.
Now Tv, può contare su un catalogo più ampio di quello delle concorrenti, e questo perché ha a disposizione i contenuti di tutti i canali della piattaforma satellitare (oltre a quelli Sky, anche Fox, MTV e molti altri) e, oltre a film, serie Tv e intrattenimento è in grado di offrire anche lo sport, in particolare il calcio.

Queste le piattaforme che oramai si contendono nel nostro paese la simpatia degli utenti; qual è la Tv streaming migliore? Lasciamo a voi l'ardua sentenza.





Le altre guide
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.