Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 28 Luglio 2016, ore 04.50
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Brasile colpito da un'inflazione record oltre che dalla recessione

Economia ·
(Teleborsa) - Inflazione da record per il Brasile, che però non riflette un surriscaldamento dell'economia dovuto ad un'alta crescita, in quanto l'economia resta in uno stato di recessione.

Un'ipotesi da manuale di economia, che prende il nome di stagflazione e dovrebbe essere trattato dalle autorità monetaria con misure "non convenzionali" o dal governo con vaste riforme economiche e sociali.

Secondo l'ufficio statistico brasiliano, l'indice dei prezzi al consumo ha registrato a dicembre un aumento mensile dello 0,96% rispetto all'1,01% del mese precedente e leggermente sotto le stime di consensus pari all'1,05%. Il tasso di inflazione tendenziale ha però raggiunto un nuovo record al 10,67% dal 10,48%, che risulta più del doppio del target indicato dal governo al 4,5%.

Una nuova doccia fredda per il Presidente Dilma Rouseff, che è stata riconfermata a capo del governo, ma con molte contestazioni circa l'efficacia delle sue misure economiche. Il Brasile conferma un'economia in recessione ed anche la banca centrale ha recentemente tagliato le previsioni sul PIL, a causa del crollo dei mercati delle commodities e dei prezzi del petrolio e della continua svalutazione del real.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.