Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 25 Luglio 2016, ore 15.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Petrolio, el-Badri (Opec), primo passo è congelare la produzione

Economia ·
(Teleborsa) - “Il primo passo è congelare la produzione. E forse, se tale iniziativa avrà successo, potremo adottare anche altri passi in futuro”. In ogni caso, “questo è un primo passo per capire cosa possiamo ottenere”. E' quanto ha affermato Abdalla Salem El-Badri, segretario generale dell'Opec, l'organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, durante una conferenza sull'energia, a Houston, in Texas.

Per l'International Energy Agency (IEA) il prossimo anno il mercato petrolifero dovrebbe tornare ad un riequilibrio. Nel suo Oil Market Report di medio termine, l'agenzia ha spiegato che la sovrabbondanza globale di petrolio persisterà fino al 2017, limitando ogni possibilità di un rimbalzo dei prezzi nel breve periodo.

Il rapporto prevede 4,1 milioni di barili al giorno (mb / d), che si aggiungono alla fornitura mondiale di petrolio tra il 2015 e il 2021, in forte calo rispetto alla crescita totale di 11 mb / g nel periodo 2009-2015.

In questo momento i futures sul Wti in scadenza ad aprile cedono il 2,14% a 34,29 dollari al barile. Quelli sul Brent, stessa scadenza, perdono invece il2,13% a 33,95 dollari al barile.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.