Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 24 Maggio 2016, ore 11.48
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mercati positivi, Milano resta alla finestra

Finanza ·
(Teleborsa) - Si chiude all'insegna del rialzo la seduta finanziaria delle borse europee, mentre Piazza Affari resta indietro terminando vicino ai valori della vigilia. I mercati finanziari del vecchio continente hanno proseguito il rally innescato venerdì scorso dal ventaglio di misure espansive annunciato dalla Banca centrale europea. Ora l'attenzione si concentra su altrettanti importanti appuntamenti in materia di politica monetaria: questa settimana sono attese le mosse di Federal Reserve e Banca del Giappone.

Prevale la cautela sull'Euro / Dollaro USA, che mostra un un leggero calo dello 0,37%. Poco mosso anche l'oro. In forte ribasso il petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-4,39%), che ha toccato 36,81 dollari per barile.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a 102 punti base, con un calo di 2 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all'1,30%.

Tra le principali Borse europee, svetta Francoforte che segna un importante progresso dell'1,62%, guadagno moderato per Londra, che avanza dello 0,52%, piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,28%.

Chiusura sulla parità per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 18.982 punti; rimane intorno alla linea di parità il FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 20.615 punti. In denaro il FTSE Italia Mid Cap (+1,27%), come il FTSE Italia Star (1,2%).

Dai dati di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,88 miliardi di euro, in calo del 21,93%, rispetto ai 3,68 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 322.477, rispetto ai 388.182 precedenti.

Tra i 227 titoli trattati, 154 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso, mentre 67 hanno chiuso in ribasso. Invariati i restanti 6 titoli.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Alimentari (+3,62%), Vendite al dettaglio (+2,52%) e immobiliare (+2,40%). Tra i più negativi della lista, troviamo i comparti Telecomunicazioni (-0,82%), Banche (-0,64%) e Materie prime (-0,46%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Piazza Affari, troviamo Banca Mps (+10,24%), spinta dai rumors di pressing della politica, su Cassa depositi e prestiti e su Intesa, per un intervento nell'istituto senese.

Euforica Campari (+5,03%), su un possibile accordo di distribuzione con Grand Marnier.

Su di giri FCA +2,87%, dopo che Sergio Marchionne ha confermato le stime sul 1° trimestre.

Richieste Buzzi Unicem (+3,00%) e Finmeccanica (+2,94%).

Pessima giornata per A2A, che ha archiviato la seduta con un -2,81%.

Pesante Intesa Sanpaolo -2,05%.

Tra i titoli a media capitalizzazione, denaro su Acea +4,56% che ha alzato il velo sui conti 2015 e sugli obiettivi fino al 2020.

Brilla Saras +9,46% dopo aver annunciato il dividendo.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.