Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 17 Agosto 2017, ore 04.07
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Il ladro non va in vacanza: il 40% dei furti mentre il proprietario è in ferie

Economia ·
(Teleborsa) - Con l'arrivo dell'estate e, quindi delle vacanze, aumenta anche il rischio di furti. In Italia sono circa 643 al giorno i furti in appartamento e sono sempre di più anche gli italiani che cercano di correre ai ripari tutelandosi con polizze specifiche. Spesso, però, quando è troppo tardi, dopo aver subito il furto. Lo rivela un'indagine svolta da Facile.it.

E' sicuramente il periodo estivo quello più ghiotto per i malintenzionati pronti ad affilare le armi pensando alle case che per più di qualche giorno resteranno incustodite, con i proprietari intenti a prendere il sole in riva al mare, ignari della brutta sorpresa che troveranno al ritorno. Nel 40% dei casi l’intrusione, infatti, avviene mentre i proprietari sono in vacanza, per questo con l'avvento dei social è importante reclamizzare il meno possibile la nostra partenza.

Cosa fare -Una buona soluzione è quella di scegliere infissi di buona qualità (nel 21% l’intrusione è avvenuta dopo la rottura di una finestra), ma anche fare attenzione a non lasciarli aperti troppo a lungo: il 13,3% degli intervistati, infatti, ha dichiarato che i ladri si sono introdotti in casa proprio arrampicandosi ed entrando da una finestra che era stata lasciata aperta.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.