Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Sabato 19 Agosto 2017, ore 18.45
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Fisco, MEF: gettito IVA in aumento del 4,6%

Entrate tributarie: +1,7 miliardi nei primi sei mesi dell'anno

Economia ·
(Teleborsa) - Nei primi sei mesi dell'anno, il gettito delle imposte indirette ammonta a 94,525 miliardi di euro, in aumento del 3% (+2,756 mld) rispetto al primo semestre del 2016. Le entrate dell'IVA sono pari a 56,154 miliardi con un incremento del 4,6%.

E' la fotografia scattata dal Ministero delle Finanze secondo cui l'andamento è positivo sia per la componente dell'IVA sugli scambi interni (+2,7%) che per quella sulle importazioni (+20,3%).

Le entrate dell'accisa sui prodotti energetici, loro derivati e prodotti analoghi (oli minerali) mostrano un incremento di 129 milioni di euro (+1,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso). Il gettito dell'accisa sul gas naturale per combustione (gas metano) ha generato entrate per 1,723 miliardi.

Sempre nel primo semestre, calano le entrate derivanti dall'attività di accertamento e controllo, riferite solo ai ruoli dei tributi erariali: si sono attestate a 4,244 miliardi di euro e presentano una lieve variazione negativa rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (-46 milioni di euro pari a -1,1%).

Nel complesso dei primi sei mesi, le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 205,168 miliardi di euro, in aumento dello 0,8% (+1.691 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il MEF fa sapere che "neutralizzando gli effetti sul gettito dei meccanismi indicati dal Tesoro della nuova modalità di pagamento del canone tv attraverso la bolletta elettrica, (i cui primi versamenti del canone si sono registrati a partire dal mese di agosto 2016, mentre nel 2017 i versamenti sono affluiti all'erario da gennaio), la crescita delle entrate tributarie nel periodo considerato risulta pari a +1,5%, in linea con gli andamenti registrati nei mesi precedenti.

Le imposte dirette registrano un gettito complessivamente pari a 110,643 miliardi, in diminuzione dell'1% (-1,065 mld) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le entrate IRPEF ammontano a 88,736 mld, in crescita di 2,341 mld (+2,7%) per effetto principalmente dell'andamento positivo delle ritenute da lavoro dipendente e da pensione (+1,218 mld, +1,6%). Gli introiti dell'IRES registrano una diminuzione di 543 milioni di euro (-5,1%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

All'andamento delle imposte dirette di gennaio-giugno 2017 - spiega il Ministero - ha contribuito anche il gettito derivante dalla collaborazione volontaria, cosiddetta voluntary disclosure, introdotta per favorire la regolarizzazione di capitali finora non dichiarati al fisco, che ha fatto registrare versamenti per 422 milioni di euro. Il gettito relativo ai giochi, pari a 7 miliardi presenta nel complesso una variazione negativa di 80 milioni rispetto allo stesso periodo del 2016.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.