Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 17 Ottobre 2017, ore 15.25
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Energia elettrica, prezzi in aumento in Borsa a luglio: +17,4%

Scambi ai massimi da agosto 2013

Economia, Energia ·
(Teleborsa) - Nel mese di luglio, il prezzo medio di acquisto dell'energia elettrica in Borsa (Pun) segna un forte aumento rispetto al minimo storico del mese registrato a luglio 2016: +17,4%. Lo segnala l'ultima newsletter mensile del GME, la società che si occupa del monitoraggio e gestione della Borsa elettrica, che segnala scambi ai massimi da agosto 2013.

Sempre a luglio, il prezzo medio di acquisto dell'energia elettrica si porta a 50,31 euro/MWh con un +3% rispetto a giugno. Gli scambi di energia elettrica nel Sistema Italia hanno registrato un nuovo aumento dell'1,5%, su base annua, a 27,6 milioni di MWh, ai massimi degli ultimi due anni. Più intensa la crescita dei volumi scambiati nella borsa elettrica che salgono a 20 milioni di MWh (+6,2%), livello più alto da agosto 2013.

Gli acquisti nazionali e quelli esteri mettono a segno un +1,1%, mentre le vendite delle unità di produzione nazionali, giovandosi anche della flessione delle importazioni, registrano una crescita del 2,5%. Ancora in grande evidenza le vendite degli impianti alimentati a gas naturale (+18,7%), mentre la scarsa fonte idraulica (-13%) penalizza le fonti rinnovabili (-4%).

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.