Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Venerdì 22 Settembre 2017, ore 03.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Riforma Fiscale USA, per Mnuchin è la "priorità numero uno"

Economia ·
(Teleborsa) - Il debito americano supera per la prima volta i 20.000 miliardi di dollari e "siamo preoccupati". Il segretario al Tesoro americano, Steven Mnuchin, conferma quanto già comunicato dal suo Dipartimento e torna a ribadire che per l'amministrazione Trump la riforma fiscale è la "priorità numero uno". Verrà approvata entro la fine dell'anno.

Parlando durante la CNBC Institutional Investor Delivering Alpha, a New York, Steven Mnuchin ha spiegato che allo studio c'è un taglio delle aliquote retroattivo al 1° gennaio, un beneficio per l'economia americana.

Il segretario statunitense al Tesoro tiene aperta la porta per una conferma di Janet Yellen alla guida della Federal Reserve, il cui mandato è in scadenza a febbraio del prossimo anno. La conferma della Yellen è tra le opzioni che si stanno valutando, ha detto Mnuchin.
No comment invece sulla candidatura di Gary Cohn, ex presidente di Goldman Sachs e attualmente capo consigliere economico della casa Bianca. Cohn era considerato fino a poco tempo fa il favorito per la successione alla Yellen, ma ora la sua candidatura sembra caduta dopo le critiche rivolte a Trump sulle violenze di Charlottesville.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.