Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Domenica 11 Dicembre 2016, ore 14.54
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Esigenze e vantaggi per le PMI nella raccolta di capitale di rischio

1 2 3 »
Nel ciclo di vita di un'impresa, si presentano situazioni che possono determinare la sua crescita ovvero la sua scomparsa (ad esempio: la penetrazione su nuove aree geografiche, l'ingresso in un nuovo settore merceologico, il riassetto dell'azionariato, l'acquisizione di un'altra impresa), situazioni che l'impresa stessa può non sapere gestire al meglio sotto il profilo finanziario, strategico ed organizzativo, anche con l'apporto familiare, ove presente, e del management presente interno all'impresa.
Si tratta di situazioni che richiedono competenze diverse che possono non essere presenti nell'azienda o, anche qualora lo fossero, potrebbe essere opportuno ricercare all'esterno per evitare valutazioni di tipo emotivo - legate ad esempio agli interessi della famiglia - che possono tradursi in scelte non corrette sotto il profilo aziendale.

Anche, le ridotte dimensioni aziendali, che in passato potevano essere un punto di forza in quanto garantivano più flessibilità e migliore capacità di adattamento alla domanda, oggi costituiscono invece un aspetto critico nel confronto internazionale. Le PMI, infatti, devono oggi fronteggiare problemi legati all'efficienza e allo sviluppo, con conseguente scarsa innovazione nei prodotti e nei processi produttivi; inoltre dispongono di pochi strumenti e competenze ai fini dell'internazionalizzazione. Riescono dunque difficilmente a competere sui mercati globali, dove la concorrenza è forte e difficilmente controllabile.

Per finanziare in tempi rapidi investimenti strategici quali, ad esempio, l'ampliamento della capacità produttiva o un'acquisizione, le imprese hanno necessità di ricorrere a canali stabili di finanziamento integrativi rispetto all'indebitamento bancario, che rendano altresì più solida e articolata la struttura finanziaria: ad es. il finanziamento tramite capitale di rischio.

1 2 3 »
PMI e Mercati
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.