Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 6 Dicembre 2016, ore 06.48
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Nervoso ma solido

La volatilità non è necessariamente associata a debolezza.

Alessandro Fugnoli
Alessandro Fugnoli
Strategist ed esperto in economia, fa parte dal 2010 del team Kairos Partners SGR come responsabile de "Il Rosso e il Nero"
1 2 3 4 »
La volatilità non è necessariamente associata a debolezza.

Siamo ormai a Pasqua e il mercato guida, quello americano è a 1850, sui livelli d'inizio anno. Ci sono stati due tentativi di superare 1900, ma sono falliti, sia pure di poco. Ci sono state due correzioni, una fino a 1740 in gennaio e una verso 1800 in questi ultimi giorni e ora siamo di nuovo al punto di partenza.

Il tradizionale rialzo d'inizio anno, che spesso si prolunga fino a maggio-giugno, ha brillato per la sua assenza. Il 90 per cento degli strategist azionari indica il 2014 come un anno da abbastanza a molto positivo, ma il primo terzo, quello che abbiamo visto finora, è stato piuttosto nervoso e ha girato a vuoto.

In compenso la borsa giapponese, che doveva continuare a festeggiare la nuova e aggressiva politica economica di Abe, è sotto del 12 per cento. L'oro, che doveva proseguire nel suo declino terminale, guadagna l'8.5 per cento. I metalli industriali, quelli che dovevano risentire della crisi della Cina e continuare a scendere, sono in rialzo del 3.5 per cento.

(Nella foto: Cartoline da Donetsk, la città contesa. La Cattedrale)
1 2 3 4 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.