Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 27 Settembre 2016, ore 17.46
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Gettysburg

La differenza tra un evento e la sua rievocazione.

Alessandro Fugnoli
Alessandro Fugnoli
Strategist ed esperto in economia, fa parte dal 2010 del team Kairos Partners SGR come responsabile de "Il Rosso e il Nero"
1 2 3 4 »
La differenza tra un evento e la sua rievocazione

La battaglia di Gettysburg durò tre giorni (1-3 luglio 1863). Fu la più grande carneficina legata a eventi bellici che abbia mai avuto luogo sul continente americano. Fece 50 mila vittime, poco meno della seconda bomba atomica, quella sganciata su Nagasaki nell'agosto del 1945. Non concluse la Guerra di Secessione ma ne decise il corso, che da quel momento fu favorevole agli Unionisti. Lasciò un trauma profondo e ancora oggi percepibile nella psiche americana.

Forse per esorcizzare la ferita, da una ventina d'anni si tengono ogni luglio sul sito di Gettysburg ricostruzioni accuratissime e grandiose della battaglia. Da tutta l'America decine di migliaia di uomini e donne si iscrivono con mesi di anticipo, superano una severa selezione e si presentano già inquadrati nelle loro strutture militari. Le donne lavorano nelle retrovie come infermiere, lavandaie, sarte. Gli uomini fanno i soldati, gli ufficiali, i politici e i dottori. Il clima non è quello delle feste popolari europee in cui vengono brevemente e approssimativamente rievocati tornei medievali a uso dei turisti, ma quello di appassionati di storia, professionisti e dilettanti, che cercano di rivivere il più autenticamente possibile un evento tuttora percepito come profondamente tragico. La ricostruzione è talmente fedele da includere copie di arti amputati da disseminare nelle zone colpite dall'artiglieria.

Tutto è serissimo dunque (controllare per credere su gettysburgreenactment.com), ma è pur sempre passato un secolo e mezzo e per i combattenti, spiega il sito del comitato organizzatore, sono previsti acqua corrente, bagni puliti, docce, ampi parcheggi custoditi, navette regolari verso i campi di battaglia, protezione antincendio e assistenza medica 24 ore su 24.

È la rievocazione di un massacro, ma con tutti i comfort, anche se si dorme negli accampamenti. Nessuno deve farsi male per davvero.

(Nella foto: Artiglieria Unionista a Gettysburg. 2014)
1 2 3 4 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.