Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 26 Settembre 2016, ore 09.18
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Tito Boeri presenta il rapporto annuale INPS 2015

Alla Camera dei Deputati il presidente dell'INPS ha presentato l'annuale rapporto delle attività dell'ente previdenziale

Presso la Sala della Regina a Palazzo Montecitorio, il presidente INPS Tito Boeri ha presentato il rapporto annuale 2015 dell’INPS e tracciato un bilancio di ciò che l’Istituto ha fatto negli ultimi 12 mesi.

Alla presenza di Stefano Dambrouso ed il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, il presidente Boeri ha dichiarato che il 2015 è stato caratterizzato da un incremento nella quota di assunzioni con contratti a tempo indeterminato ai danni dei contratti a tempo determinato.

Si documenta come il numero di contratti a tempo indeterminato sia aumentato di più di mezzo milione nel 2015. I contratti senza una data di scadenza sono aumentati del 62%; per i giovani con meno di 30 anni questa percentuale sale al 76%.

Per quel che attiene all’esonero contributivo, si calcola che il 43% dei contratti attivati con l’esonero sono stabilizzazioni di lavoratori all’interno della stessa impresa presso la quale già erano occupati, mentre nel 57% dei casi riguardano assunzioni di lavoratori esterni all’impresa. Quasi l’80% dei contratti attivati con l’esonero risulta realizzato da imprese nuove o comunque in crescita.

Sembrano avere giocato un ruolo nella stabilizzazione anche le nuove norme sul lavoro, con la progressiva applicazione dei contratti a tutele crescenti a tutti i lavoratori con contratti a tempo indeterminato.

Il 2015 è stato l’anno di entrata a regime della NASPI, Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego. Più di 1,5 milioni di persone hanno fruito di questo trattamento. Il passaggio da ASPI a NASPI ha allungato la durata media teorica delle prestazioni dei sussidi di disoccupazione di oltre tre mesi, passando da 7,1 a 10,5.
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.