Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 28 Giugno 2017, ore 21.08
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Notizie dal Forex 19 gennaio 2017

Approfondimento settimanale sul mercato delle valute a cura dell'Ufficio Studi di Teleborsa

Euro in calo nei confronti del biglietto verde perde lo 0,40% e scambia a 1,0591 dollari. Il dollaro prende forza dalla robustezza dell’economia statunitense dimostrata da alcuni dati macro di alcuni recenti dati macro. Un quadro che apre la strada a interventi più rapidi del previsto sul fronte dei rialzi dei tassi di interesse americani. Il dollaro resta dunque in posizioni di sostanziale forza, con il primo supporto di volume posto a 1,0561 dollari.

Il dollaro rimbalza nei confronti dello yen, grazie ai nuovi spunti in ottica dei futuri rialzi dei tassi di interesse statunitensi, giunti dal Presidente della Fed, Janet Yellen. La prima donna alla guida della banca centrale si aspetta che alla fine del 2019 i tassi di interesse arrivino al 3% in USA. Il biglietto verde guadagna lo 0,62% e si posiziona a 115,27.

Torna a scendere la sterlina nei confronti del dollaro dopo aver beneficiato del discorso del premier britannico Theresa May che ha confermato l’addio del Regno Unito al mercato unico europeo. Sulle valutazioni della moneta inglese pesa la rinnovata forza del dollaro che si avvantaggia delle crescenti previsioni di ben tre rialzi dei tassi d'interesse quest’anno. Il cross sterlina/dollaro scambia a 1,2299.

Euro in rialzo nei confronti dello yen guadagna lo 0,23% scambia a 122,10. Come da attese il Consiglio direttivo della BCE ha lasciato invariati i tassi di interesse e confermato il piano QE a tutto il 2017, scadenza già prorogata nella riunione di fine 2016. La prima resistenza di volume è posta a 122,47. Il primo supporto a 121,71.
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.