Giovedì 13 Maggio 2021, ore 14.22
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

La Guerra economica si fa con i Vaccini: l'Europa ha già perso

In Occidente, vincono Israele, Inghilterra ed USA

Guido Salerno Aletta
Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa
1 2 3 4 »

Alcuni Paesi Occidentali stanno andando avanti a rotta di collo con le vaccinazioni.

Da Israele giunge la notizia che il merito di essere riusciti ad avere tutte le dosi necessarie per vaccinare l'intera popolazione è del Premier Benjamin Netanyahu, che una notte decise di chiamare personalmente il Ceo della ditta produttrice offrendogli un prezzo doppio, pur di averle tutte immediatamente. La notte stessa, utilizzando i fondi di emergenza dell'Esercito, fu fatto il pagamento pattuito e partirono gli aerei militari da trasporto per caricare i vaccini già prodotti.

Dalla Gran Bretagna, si viene a sapere che già a luglio scorso il loro governo aveva stipulato per primo una partnership con una industria, assicurandosi la priorità nelle consegne. Il Premier Boris Johnson ora gongola, perché la campagna vaccinale va a gonfie vele.



Negli USA, il Presidente Joe Biden ha appena promesso che l'intera popolazione potrebbe essere già vaccinata per il 1° maggio. Anche loro, non hanno problemi di sorta.

Questo significherebbe, secondo quanto ci si attende, una ripresa completa delle attività economiche e della vita sociale.

In Europa siamo indietro con le vaccinazioni, purtroppo. C'è chi dà la colpa al contratto di fornitura che sarebbe stato fatto male, chi replica affermando che la Commissione è solo subentrata in un accordo già messo in cantiere da quattro Stati europei tra cui l'Italia, e che quindi la negoziatrice si è trovata a trattare con le mani legate.
1 2 3 4 »
Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.