Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 14 Dicembre 2017, ore 22.03
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wall Street cauta in attesa delle mosse della Fed

La borsa di New York si muove senza slancio nella settimana in cui la Fed svelerà le prossime mosse di politica monetaria

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - La seduta della borsa di Wall Street procede all'insegna della cautela. La settimana borsistica si è aperta a New York in una città ancora sconvolta dal terrore.

Gli investitori rimangono in attesa della riunione della Federal Reserve che si terrà a metà settimana. Gli operatori aspettano le parole della chairwoman, Janet Yellen, da cui ci si attende qualche spunto per capire quali saranno le prossime mosse della Fed.

Gli analisti puntano sui tassi fermi, ma è probabile che la Fed abbia intenzione di alzare il costo del denaro prima di fine anno. Tutto ciò nonostante le ultime dichiarazioni di alcuni esponenti della banca centrale americana che non vedono l'urgenza di una stretta monetaria a breve.

Tra gli indici USA, il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 18.098 punti. Sulla stessa linea l'indice S&P-500 a 2.136 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,6%).

In luce sul listino nordamericano S&P 500 il comparto Utilities. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Telecomunicazioni (-0,83%), Sanitario (-0,44%) e Information Technology (-0,41%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Boeing (+0,66%), Cisco Systems (+0,65%), 3M (+0,64%) e IBM (+0,56%).

Le più forti vendite si manifestano su Verizon Communication che prosegue le contrattazioni a -1,52%.

Incolore Merck, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente.

Soffre Apple, che evidenzia una perdita dell'1,31%. Oggi la commissaria UE per la concorrenza, Margrethe Vestager a Washington ha assicurato la massima imparzialità di Bruxelles sulla maxi multa inflitta al gigante di Cupertino

Calo deciso per Intel, che segna un -1,3%.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.