Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 20 Novembre 2018, ore 20.44
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Lavoro: in Sicilia 48% inattivi, fallisce l'esonero contributivo

I giovani 'Neet' sono oltre 300.000

(Teleborsa) - Quasi la metà dei siciliani (il 48,7%) non lavora, né cerca attivamente un impiego. E, per rivitalizzare il mercato, a poco è valsa l'opportunità dell'esonero contributivo, giacché "nei primi tre mesi del 2016 sono stati stipulati da parte delle sole imprese private poco più di 91.000 rapporti di lavoro e ne sono cessati 78.000, con un saldo positivo di quasi 13.000 contratti", ma con "una flessione tendenziale del 4,2%". E' uno dei dati forniti dall'Osservatorio Statistico dei consulenti del lavoro al IV Congresso regionale della Sicilia, a Taormina, insieme alla stima dei ragazzi 'Neet': nell'isola sono "oltre 300.000" e, grazie a questa cifra, "la Sicilia si aggiudica il valore più alto (dopo la Calabria) degli "scoraggiati" dai 15 ai 29 anni tra le regioni italiane".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.