Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 19 Ottobre 2017, ore 20.22
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

FMI si schiera contro il protezionismo

Christine Lagarde ha voluto lanciare un monito ai Paesi spiegando che le barriere commerciali comportano rischi evidenti

Economia ·
(Teleborsa) - Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) torna a schierarsi contro il protezionismo. Ieri, 20 aprile, il numero uno dell'istituzione, Christine Lagarde, ha voluto lanciare un monito ai Paesi spiegando che le barriere commerciali comportano rischi evidenti. "Tutti i paesi - ha detto la Lagarde - dovrebbero naturalmente evitare da quello che io ho chiamato le ferite auto-inflitte, come le restrizioni, i sussidi e altre distorsioni commerciali che riducono la concorrenza e l'apertura economica".

Una posizione quella del direttore del Fondo Monetario che non è nuova visto che solo una settimana fa, se da una parte si proclamava ottimista per l'economia mondiale, dall'altra metteva in guardia sulla Spada di Damocle del protezionismo che mina le condizioni finanziarie mondiali.

Non è un caso che le parole di Christine Lagarde arrivino, dopo l'avvio della Brexit e a ridosso delle elezioni in Francia, in cui le posizioni di candidati antieuropeisti come Marine Le Pen, evochino un copione già visto.





Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.