Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 22 Novembre 2017, ore 17.29
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Italia, segnali di ripresa dal mercato immobiliare

Secondo l'Istat nel primo trimestre crescono le compravendite di fonte notarile

Economia ·
(Teleborsa) - Il mercato immobiliare continua a dare segnali contrastanti su una futura ripresa dei valori. Nel I trimestre 2017 l'Istat rileva che le convenzioni notarili di compravendite per unità immobiliari (169.527) crescono dell’1,8% su base congiunturale (+1,6% il settore dell’abitativo e +4,5% il comparto economico).

Anche in termini tendenziali le convenzioni notarili aumentano del 6,5% (settore abitativo +6,5% e comparto economico +5,5%), ma in un contesto di rallentamento della crescita, peraltro già evidenziato da una precedente inchiesta di Nomisma.

L’aumento su base annua interessa tutte le ripartizioni geografiche, con incrementi più significativi nel Nord-est e nel Nord-ovest per il settore dell’abitativo (rispettivamente +8,8% e +8,2%) e nelle Isole e nel Nord-est per quello economico (+9,5% e +8,1%).

Gli incrementi congiunturali più significativi interessano il Nord-Est sia per il complesso delle compravendite di immobili (+3,1%) che per il comparto abitativo (+3,0%), il Nord-Ovest e il Sud per l’economico (+5,2% entrambe). Una lieve flessione si evidenzia, invece, al Centro sia per il complesso delle transazioni (-0,1%) che per il settore abitativo (-0,2%).

La crescita tendenziale interessa sia le città metropolitane sia i piccoli centri: per l’abitativo rispettivamente +7% e +6,1%, per il comparto economico +4,6% e +6,2%.

Il 93,8% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili ad uso abitativo ed accessori (159.024), il 5,6% quelli ad uso economico (9.534) e lo 0,6% quelli ad uso speciale e multiproprietà (969).

Le convenzioni notarili per mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare (97.199) registrano un incremento del 2,5% rispetto al trimestre precedente e del 10,7% su base annua. La crescita tendenziale riguarda tutte le ripartizioni geografiche - con variazioni più consistenti nel Nord-Ovest (+12,2%) e nel Centro (+10,8%) – ed è più marcata nelle città metropolitane (+11,9%) rispetto ai piccoli centri (+9,8%).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.