Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 19 Ottobre 2017, ore 04.03
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wall Street positiva. Dow rinnova massimi dopo Job Report

Positivi i dati sul mercato del lavoro, di luglio, con gli occupati cresciuti più delle attese

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Prosegue cauta la borsa di Wall Street dopo il dato mensile sull'occupazione statunitense.

A luglio, le aziende statunitensi hanno creato molti più posti di lavoro del previsto, mentre il tasso di disoccupazione è sceso come stimato dagli analisti. Particolarmente importante è il dato sui salari orari: dopo essere saliti dello 0,15% a giugno su base mensile, a luglio sono balzati dello 0,34% contro attese per un +0,3%. Ciò potrebbe convincere la Fed ad effettuare una terza stretta entro la fine del 2017, come ha più volte indicato.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si attesta a 22.064,19 punti; sulla stessa linea, resta piatto lo S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 2.475,16 punti. Consolida i livelli della vigilia il Nasdaq 100 (-0,01%), come l'S&P 100 (0,1%).

In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti Finanziario (+0,87%) e Materiali (+0,49%). Il settore Utilities, con il suo -0,64%, si attesta come peggiore del mercato.

Al top tra i giganti di Wall Street, Goldman Sachs (+2,13%), JP Morgan (+1,42%), Pfizer (+1,02%) e American Express (+0,78%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Walt Disney, che prosegue le contrattazioni a -1,42%. Sottotono Intel che mostra una limatura dello 0,99%. Dimessa Merck & Co, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Tractor Supply (+2,83%), Fastenal (+2,56%), Liberty Interactive (+2,06%) e Microchip Technology (+1,88%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Viacom, che prosegue le contrattazioni a -10,66%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.