Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 12 Dicembre 2017, ore 07.13
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Le tensioni geopolitiche zavorrano i mercati

Piazza Affari in rosso. La peggiore è la borsa di Parigi dopo l'ennesimo incidente in Francia

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Seduta no per Piazza Affari che chiude in rosso, insieme alle principali piazze europee. A pesare sul sentiment degli investitori le tensioni geopolitiche tra USA e Corea del Nord.

La peggiore insieme alla borsa svizzera è la borsa di Parigi a causa del nervosismo per l'ennesimo incidente in Francia.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,175. L'Oro continua gli scambi a 1.274,2 dollari l'oncia, con un aumento dello 0,72%. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 49,2 dollari per barile, mentre aleggia lapossibilità di un nuovo taglio alla produzione da parte dei paesi produttori.

Le tensioni si ripercuotono sullo Spread che peggiora, toccando i 158 punti base, con un aumento di 6 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2%.

Nello scenario borsistico europeo sotto pressione Francoforte che accusa un calo dell'1,12%. Scivola Londra, con un netto svantaggio dello 0,59%. Affonda Parigi, con un ribasso dell'1,40%. Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che ha lasciato sul parterre lo 0,91%.

In rosso la maggior parte Blue Chip di Milano. Le peggiori performance si registrano su Buzzi Unicem, che ha archiviato la seduta a -3,28%.

Tonfo di Fiat Chrysler, che mostra una caduta del 2,11%.

Scivola Banca Generali, con un netto svantaggio dell'1,93%.

In rosso Mediobanca, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,82%.

Uniche note intonate sul principale listino Brembo che avanza dello 0,70%, Leonardo che mostra un +0,48%. Sulla stessa linea Recordati che avanza dello 0,45% Resistono alle vendite Atlantia (+0,23%) e Moncler (+0,13%).




Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.