Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 11 Dicembre 2017, ore 02.54
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Uber è ancora chiacchierata: lascia anche il suo primo dipendente

Economia, Finanza ·
(Teleborsa) - C'è maretta in casa Uber nonostante il grande successo dell'app che sta facendo concorrenza al settore dei taxi in tutto il mondo.

A creare grane è ancora la leadership del gruppo fondato da Travis Kalanick, che per questo motivo qualche tempo fa aveva lasciato la carica di CEO.

La decisione non ha però frenato la fuga di manager: stavolta se ne va il primo dipendente assunto nel 2010, Ryan Graves, che ricoprì anche la carica di CEO ad interim per un breve periodo di tempo, prima di passare le consegne allo stesso Kalanick. Graves non se ne andrà completamente dal gruppo, resterà nel Board, ma rassegnerà tutte le attività operative.

In realtà vi sono anche altri problemi, forse più spinosi, perché l'azionista Benchmark al 13% del capitale di Uber ha fatto causa a Kalanick accusandolo di frode nei confronti degli investitori, per aver tentato di manipolare le nomine nel CdA.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.