Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Domenica 19 Novembre 2017, ore 05.58
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari chiude in rosso con le altre borse. FCA resta su di giri

L'indice FTSE MIB archivia una perdita frazionale dello 0,28%

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Piazza Affari e le altre borse europee chiudono la prima seduta della settimana in rosso, mentre arrivano segnali di grande cautela da Wall Street, che sconta le tensioni di carattere geopolitico e le incertezze relative alla politica di Trump. Ad ispirare prudenza c'è anche l'attesa per gli interventi di Draghi (BCE) e Janet Yellen (Fed) a Jackson Hole.

Seduta in lieve rialzo per l'Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,181. Seduta in lieve rialzo per l'oro, che avanza a 1.289,9 dollari l'oncia. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 47,85 dollari per barile, in calo dell'1,36%, aspettando le decisioni del meeting OPEC a Vienna.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a 163 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,03%.

Tra le principali Borse europee si concentrano le vendite su Francoforte, che soffre un calo dello 0,89%, ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto, rosso per Parigi, che soffre un calo dello 0,61%.

A Milano, si è mosso sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 21.753 punti, con uno scarto percentuale dello 0,28%; sulla stessa linea, depressa nel finale il FTSE Italia All-Share, che chiude sotto i livelli della vigilia a 24.000 punti. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (+0,13%), come il FTSE Italia Star (-0,1%).

Il controvalore odierno degli scambi in Borsa di Milano resta attorno ai livelli della vigilia: dai dati di chiusura, risulta infatti che il controvalore totale è stato pari a 1,83 miliardi di euro.

220 sono le azioni scambiate: tra queste, 120 titoli hanno chiuso in rosso, mentre 91 azioni hanno terminato in territorio positivo. Invariate le altre 9 azioni del listino milanese.

Buona la performance a Milano dei comparti Automotive (+3,10%) e Chimico (+0,52%). Nel listino, i settori Tecnologico (-0,99%), Banche (-0,90%) e Telecomunicazioni (-0,87%) sono stati tra i più venduti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, exploit di Fiat Chrysler, che mostra un rialzo del 6,92% risultando ancora la Star di questa "estate bollente": i cinesi di Great Wall Motors hanno ribadito un interesse per il gruppo.

Piccoli passi in avanti per Banca Mediolanum, che segna un incremento marginale dello 0,76%.

Giornata moderatamente positiva per Atlantia, che sale di un frazionale +0,74%.

Seduta senza slancio per Yoox, che riflette un moderato aumento dello 0,60%.

Fra i peggiori si segnala BPER, che ha archiviato la seduta a -1,87%.

Vendite su Saipem, che registra un ribasso dell'1,83%.

Seduta negativa per Ferragamo, che chiude gli scambi con una perdita dell'1,58%.

Sotto pressione UBI Banca, che accusa un calo dell'1,52%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.