Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 18 Ottobre 2017, ore 00.29
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Giornata di saliscendi con finale debole per le Borse europee

Bene la piazza di Londra: FTSE 100 +0,64%. Il premier Theresa May a Firenze ha illustrato le intenzioni in merito alla Brexit

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Finale all'insegna della debolezza per le principali borse europee dove ha prevalso la prudenza degli investitori condizionati dai timori di tensioni tra USA e Corea del Nord.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,11%. L'Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.295,4 dollari l'oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 50,62 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 165 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,10%.

Tra le principali Borse europee incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Giornata positiva per Londra, che sale di un frazionale +0,64%. Seduta senza slancio per Parigi. Piazza Affari archivia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,17% sul FTSE MIB.

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 2,21 miliardi di euro, in calo rispetto ai 2,33 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 230.812, rispetto ai 243.392 precedenti.

A fronte dei 224 titoli trattati sulla piazza milanese, 105 azioni hanno chiuso in calo, mentre 106 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 13 azioni del listino italiano.

In luce sul listino milanese i comparti Automotive (+2,02%), Materie prime (+1,31%) e Sanitario (+1,15%). Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori Chimico (-3,04%), Vendite al dettaglio (-1,83%) e Costruzioni (-0,74%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Fiat Chrysler (+3,94%), BPER (+2,09%), Recordati (+1,42%) e Tenaris (+1,34%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Yoox, che ha terminato le contrattazioni a -2,70%.

Buzzi Unicem scende dell'1,56%.

Calo deciso per Snam, che segna un -1,06%.

Contrazione moderata per Azimut, che soffre un calo dello 0,82%.

Tra i protagonisti
del FTSE MidCap, Fincantieri (+4,62%), Cementir (+3,37%), OVS (+3,30%) e Italmobiliare (+2,71%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Juventus, che ha archiviato la seduta a -1,81%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.