Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 18 Ottobre 2017, ore 20.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Nobel per la pace: soddisfazione del Prof. Maiani, presidente conferenza Amaldi per disarmo nucleare

Il tema del disarmo nucleare è sempre stato al centro delle conferenze Amaldi, la cui XX edizione, dedicata alla ‘International Cooperation for Enhancing Nuclear Safety, Security, Safeguards and Non-Proliferation’ si terrà all’Accademia dei Lincei lunedì 9 e martedì 10 ottobre

Cultura, Politica ·
(Teleborsa) - “Sono molto contento che il Comitato dei Nobel abbia sottolineato l’importanza di andare verso un mondo privo di ordigni nucleari, argomento che è sempre stato al centro delle conferenze Amaldi, la cui XX edizione, dedicata alla ‘International Cooperation for Enhancing Nuclear Safety, Security, Safeguards and Non-Proliferation’ si terrà all’Accademia dei Lincei lunedì 9 e martedì 10 ottobre”. Lo ha dichiarato il Prof. Luciano Maiani, Accademico dei Lincei e attuale presidente della Conferenza Amaldi sulla non proliferazione nucleare.

Alla conferenza parteciperanno i diplomatici e gli scienziati delle principali potenze nucleari mondiali. I punti di vista dei singoli Stati nazionali saranno illustrati dai rappresentanti di Canada, Cina, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Iran, Israele, Italia, Pakistan, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Turchia.

Il programma della conferenza si articolerà sui contributi di eminenti scienziati e diplomatici della Commissione Europea (Centri di Ricerca, Energia), dell’Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Sicurezza, Protezione, Cooperazione Tecnica), dell’Organizzazione sulla Messa al Bando Totale dei Test Nucleari (Centro Internazionale Dati), delle Istituzioni Governative, degli Enti di Ricerca e delle Agenzie Nazionali di Sicurezza Nucleare, delle Sedi Diplomatiche, e delle Organizzazioni non Governative, tra le quali il PUGWASH. I temi trattati riguarderanno la sicurezza e il terrorismo nucleare, il trattato di non-proliferazione nucleare, la cooperazione scientifica e tecnologica. Saranno coinvolti circa 40, tra Relatrici e Relatori, provenienti da quattro continenti - America, Europa, Asia e Africa.

Quest'anno il premio Nobel per la Pace è stato assegnato all'organizzazione per il bando alle armi nucleari (Ican), per "il suo ruolo nel fare luce sulle catastrofiche conseguenze di un qualunque utilizzo di armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per arrivare a un trattato di proibizioni di queste armi".



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.