Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 12 Dicembre 2017, ore 03.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Chiusura in rosso per l'azionario europeo. Giù anche Piazza Affari

A Milano, si è mosso sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 22.093 punti, con uno scarto percentuale dello 0,51%

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee. Poco mosso lo S&P-500, che segna a Wall Street un -0,13%.

Prevale la cautela sull'Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,23%. Seduta in lieve rialzo per l'oro, che avanza a 1.288,5 dollari l'oncia. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo del 2,23%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 147 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all'1,83%.

Nello scenario borsistico europeo sottotono Francoforte che mostra una limatura dello 0,41%, poco mossa Londra -0,08%, dimessa Parigi che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

A Milano, si è mosso sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 22.093 punti, con uno scarto percentuale dello 0,51%.

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 2,3 miliardi di euro, in calo rispetto ai 2,46 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 261.138, rispetto ai 296.181 precedenti.

A fronte dei 223 titoli trattati sulla piazza milanese, 114 azioni hanno chiuso in calo, mentre 96 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 13 azioni del listino italiano.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Materie prime (+1,40%) e Servizi per la finanza (+1,04%). Tra i peggiori della lista di Milano, i comparti Chimico (-2,45%), Telecomunicazioni (-1,40%) e Vendite al dettaglio (-1,39%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Exor (+2,01%), Fineco (+1,60%), Tenaris (+1,42%) e Unipol (+1,19%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Banca Mediolanum, che ha terminato le contrattazioni con un -1,98%. Soffre Recordati, che evidenzia una perdita dell'1,55%. Preda dei venditori Telecom Italia, con un decremento dell'1,52%. Si concentrano le vendite su Enel, che soffre un calo dell'1,51%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, El.En (+3,70%), Anima Holding (+3,54%), Banca Farmafactoring (+1,83%) e Reply (+1,81%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Astaldi, che ha terminato le contrattazioni con un -9,49%. Affonda Juventus, con un ribasso del 3,68%. Crolla Geox, con una flessione del 3,56%. Vendite a piene mani su Tamburi, che soffre un decremento del 2,82%.

Sospesa dalle contrattazioni Banca Carige: Malacalza ha firmato l'impegno per l'aumento.

Tonfo del Credito Valtellinese -25,22%. A pesare l'annuncio di un piano di un maxi-aumento di capitale fino a 700 milioni.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.