Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 13 Dicembre 2017, ore 08.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari miglior listino in Europa. Vola TIM

La Borsa di Milano viaggia in frazionale rialzo anche se con volumi generalmente inferiori alla media per la chiusura odierna di Wall Street

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Piazza Affari si conferma in lieve rialzo a metà seduta dopo un avvio debole, in un'Europa che resta invece al palo, anche se sopra i minimi intraday.

A fiaccare i listini l'andamento debole dei listini asiatici e lo scivolone della Borsa di Shanghai.

Buone notizie sono giunte invece dai PMI manifatturiero, servizi e composito, tutti migliori delle attese, che segnalano accelerazione dell'Eurozona al top da un decennio.

Nessuna sorpresa dal PIL del Regno Unito, confermato il accelerazione anche se a risuonare è ancora il drastico taglio delle stime sull'economia annunciato ieri dal Ministro delle Finanze Hammond.

Bene invece il PIL della Germania, che si conferma locomotiva d'Europa.

Da rilevare i volumi di scambio inferiori alla media per la chiusura odierna di Wall Street, che oggi festeggia il Giorno del Ringraziamento. Domani, invece, la Borsa americana tratterà solo mezza giornata.

Intanto gli investitori stanno ragionando sui Verbali dell'ultima riunione del FOMC in cui è emerso un certo ottimismo sull'economia statunitense, anche se permangono dubbi sulle prospettive di risalita dell'inflazione. Praticamente scontato un nuovo rialzo dei tassi a dicembre, meno chiaro il pattern di ritocchi nel 2018.

Sul valutario, seduta in lieve rialzo per l'Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,185.

Tra le commodities, invece, l'Oro è sostanzialmente stabile su 1.291,2 dollari l'oncia mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta con un leggero calo dello 0,22% dopo il buoni apprezzamenti della vigilia sostenuti dalle attese per il vertice OPEC di fine mese, in occasione del quale potrebbero essere estesi i tagli alla produzione, e dal calo delle scorte di greggio USA superiore alle attese.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 142 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all'1,78%.

Tra le principali Borse europee nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità. Incolore Londra, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, e piccola perdita per Parigi, che lima lo 0,25%.

A Milano il FTSE MIB avanza dello 0,19%, il FTSE Italia All-Share dello 0,16%. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (-0,09%), come il FTSE Italia Star (-0,1%).

In luce sul listino milanese i comparti Telecomunicazioni (+4,75%), Immobiliare (+1,29%) e Tecnologico (+0,98%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Vendite al dettaglio (-0,86%), Servizi per la finanza (-0,48%) e Viaggi e intrattenimento (-0,42%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, su di giri Telecom Italia (+5,5%) in scia ad una serie di dichiarazioni e rumors di stampa. A tenere banco è soprattutto la possibilità di cambiamenti nella divisione Rete.

Sostenute Luxottica e STMicroelectronics, quest'ultima grazie ad una promozione degli analisti.

Ben impostata Moncler. Oggi UBS ne ha alzato il prezzo obiettivo a 23 euro.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Yoox e Azimut, che non sembra festeggiare gli ultimi numeri sul risparmio gestito.

Tentenna Fineco.

Sostanzialmente debole Saipem, nonostante il miglioramento del target price a 2,75 euro da parte di Credit Suisse.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, corre Astaldi (+4,13%) grazie alle nuove commesse e ai rumors sull'arrivo di un nuovo socio.

Denaro anche su Banca Farmafactoring, Technogym e Cairo Communication.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Sogefi, che ottiene -5,60%. Giù anche Biesse e Tamburi
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.