Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 22 Febbraio 2018, ore 14.03
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Whatsapp testa in India i pagamenti tra persone

Economia ·
Whatsapp, la famosa app di messaggistica istantanea di proprietà di Facebook consentirà ai propri utenti di effettuare pagamenti tramite una nuova funzione che sta rilasciando, per il momento in beta, solo in India. Già negli scorsi mesi infatti testate specialistiche come Techcrunch avevano anticipato la notizia e ora i pagamenti tra persone (P2P) potrebbero presto diventare una realtà in tutto il mondo. Una vera e propria rivoluzione nell'ambito dei pagamenti digitali, un settore in costante crescita che per quanto riguarda i pagamenti P2P negli Stati Uniti nel 2017 ha superato la cifra record di 120 miliardi di dollari.

La notizia pubblicata da Techcrunch nelle ultime ore rivela che i dipendenti di Facebook in India stanno attualmente testando nuove funzionalità all'interno dell'app di messaggistica e che la società inizierà a testarlo con l'1% della sua base utenti durante il primo trimestre di quest'anno.

La nuova funzionalità è costruita sulla UPI (Unified Payment Interface) del paese, che unisce i circuiti delle banche supportate e le app delle singole aziende, con il vantaggio della crittografia a protezione degli utenti. La nuova funzionalità consentirà trasferimenti di denaro istantanei tra i conti correnti a costo zero. Whatsapp dovrà competere con Google Tez, un portafoglio digitale che vede Google collaborare con Paytm e l'app governativa BHIM tra gli altri.

Nonostante l'agguerita competizione, Whatsapp potrebbe presto ritrovarsi a dominare il settore dei pagamenti P2P, considerate anche le campagne aggressive che molti operatori mobili hanno fatto per offrire agli indiani piani dati e smartphone a basso costo, facendo registrare importanti aumenti per quanto riguarda il download di app e la diffusione degli smartphone.

Oltre a sviluppare la tecnologia per supportare i pagamenti, Whatsapp dovrà anche affrontare le sfide legate alla creazione di canali di assistenza ai clienti per la loro soluzione di pagamento, oltre a dover rispettare la regolamentazione del regolatore bancario Indiano, che poco si adatta con le promesse del servizio di permettere di nascondere le comunicazioni e i dati creando una sorta di schermo crittografico attorno alla comunicazione degli utenti.

Whatsapp dovrà anche capire come fare in modo di permettere ai negozianti di ricevere i pagamenti attraverso questa nuova funzionalità, perché è nelle transazioni commerciali, e non nelle chat tra amici, che si registra la maggior parte delle transazioni, in questo senso avrà sempre più peso la versione Business dell'applicazione, che nelle prossime settimane avrà un rilascio globale con l'Italia tra i primi paesi dove verrà rilasciata.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.