Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Venerdì 20 Aprile 2018, ore 14.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari chiude con un timido più

Borse europee ostaggio della cautela

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Piazza Affari chiude la giornata con un timido più, in linea con i principali mercati di Eurolandia.

Gli investitori sono rimasti a guardare gli ultimi sviluppi del braccio di ferro tra gli Stati Uniti sulla Siria. In Italia, l'attenzione è stata rivolta al secondo round di consultazioni per la formazione di un nuovo Governo che si è chiuso senza progressi. "Aspetterò alcuni giorni e valuterò soluzioni per uscire dallo stallo politico", ha dichiarato il Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Nel frattempo, dall'altra parte dell'oceano resta lo S&P-500 scivola sotto la linea di parità

Sessione debole per l'Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,34%. L'Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,53%. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 67,45 dollari per barile.

Tra le principali Borse europee piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,22%. Piatta Londra che chiude sulla parità. Senza spunti Parigi che sale dello 0,11%.

Nessuna variazione significativa in chiusura per il listino milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,11% a 23.330 punti. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che si ferma a 25.566 punti (+0,11%).


In buona evidenza a Milano i comparti Petrolifero (+0,61%), Beni e servizi per l'industria (+0,52%) e Beni personali e casalinghi (+0,51%). Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Tecnologico (-1,15%), Telecomunicazioni (-1,11%) e Chimico (-0,79%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Pirelli & C (+1,54%), Ferragamo (+1,10%), Prysmian (+0,98%) e CNH Industrial (+0,91%). Oggi è stato il giorno delle assemblee di CNH Industrial, FCA e Ferrari, chiamate ad approvare i bilanci del 2017.

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Azimut che ha archiviato la seduta a -3,30% sui dati deboli della raccolta di marzo.

Preda dei venditori Telecom Italia, con un decremento dell'1,44%. Il Gruppo ha notificato gli atti finalizzati al ricorso contro l’integrazione dell’agenda dell'Assemblea del 24 aprile 2018 disposta dal Collegio Sindacale su richiesta del Fondo Elliott.

Si concentrano le vendite su STMicroelectronics, che soffre un calo dell'1,32%.

Vendite su Italgas, che registra un ribasso dell'1,29%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, El.En (+3,56%), Fincantieri (+3,22%), Datalogic (+2,73%) e Credito Valtellinese (+2,67%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su FILA, che ha chiuso a -3,32%.

Seduta negativa per Biesse, che mostra una perdita dell'1,75%.

Sotto pressione EI Towers che accusa un calo dell'1,47%.

Scivola Vittoria Assicurazioni, con un netto svantaggio dell'1,34%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.