Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 21 Agosto 2018, ore 22.08
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Lavoro: 1,4 milioni di contratti entro giugno

Lo rivela il Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con l'Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro (ANPAL). Tra gli under 30, le professioni più difficili da trovare sono quelle scientifiche e ad elevata specializzazione

Economia, Welfare ·
(Teleborsa) - Sono quasi 1,4 milioni i rapporti di lavoro da avviare tra aprile e giugno 2018, con 425mila dei quali solo nel mese di aprile. Di questi, il 34% è destinato ai giovani. E’ quanto emerge dal Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con l'Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro (ANPAL), sulla base delle entrate previste dalle imprese con dipendenti dell'industria e dei servizi tra aprile e giugno 2018.

La richiesta di giovani di meno di 30 anni tocca nel mese di aprile oltre un terzo delle entrate programmate, per complessivi 143mila contratti. Ma proprio sulla forza lavoro giovane si concentra la maggior difficoltà di reperimento, pari al 30% dei rapporti offerti agli under 30 contro il 21% medio, calcolato sul totale delle entrate di aprile.

I più difficili da trovare tra gli under 30? Gli specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche, i tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione, i progettisti, ingegneri e professioni assimilate.

I settori che invece riservano più opportunità per i giovani sono: servizi finanziari e assicurativi, servizi informatici e delle telecomunicazioni, commercio e industrie della carta. A livello territoriale, Reggio Emilia, Brindisi e Teramo presentano le più elevate quote di richieste di under 30.

Considerando le entrate complessive di aprile, le maggiori difficoltà nell'identificare il candidato idoneo si riscontrano per le professioni intellettuali, scientifiche e ad elevata specializzazione (41,6%), tra cui soprattutto gli specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali; gli artigiani e operai specializzati (31,5%);le professioni tecniche (30,5%), primi tra tutti i tecnici informatici.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.