Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 24 Ottobre 2018, ore 07.30
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

E-commerce, solo un italiano su tre fa acquisti online

Il Belpaese sul fondo della classifica europea

Economia ·
(Teleborsa) - Nel 2017 solo il 32% degli italiani ha effettuato almeno un acquisto online. Lo rivela una ricerca del Centro studi ImpresaLavoro, realizzata su elaborazione di dati Eurostat, con il risultato che pone il nostro Paese sul fondo di questa particolare classifica europea, al pari di Grecia e Cipro e appena sopra la Croazia (29%), la Bulgaria (18%) e la Romania (16%).

Il dato italiano è in controtendenza rispetto al rilevante aumento che il settore dell'E-commerce ha acquisito in gran parte dei Paesi europei. Basti guardare ai vertici della classifica in esame: in Regno Unito ben l'82% degli intervistati ha effettuato almeno un acquisto online, mentre in Svezia si arriva all'81%. Toccano la soglia dell'80% anche Danimarca e Lussemburgo, mentre si fermano poco al di sotto Paesi Bassi (79%) e Germania (75%).

Tornando all'Italia, risultano maggiormente attivi online i giovani di età tra i 16 e i 24 anni (47%) e quelli compresi tra i 25 e i 46 anni di età (46%). Con il progredire degli anni invece aumenta la sfiducia verso l'E-commerce. Infatti le percentuali crollano: soltanto il 21% dei cittadini di età tra i 55 e i 64 anni, l’8% dei cittadini di età tra i 65 e i 74 anni e solamente il 2% degli over 75 ha dichiarato di aver comprato sul web.

Viene anche evidenziato come sia molto bassa la frequenza con la quale gli italiani comprano online (solo l'8% effettua più di tre acquisti in tre mesi). Tra le tipologie di beni che vengono maggiormente acquistati su Internet, gli italiani preferiscono vestiti e articoli sportivi (13%), viaggi e vacanze (12%) ed articoli casalinghi (12%).

«Questi dati fotografano un ritardo evidente dell’Italia nell’e-commerce, conseguenza anche del ritardo delle nostre infrastrutture informatiche» osserva l’imprenditore Massimo Blasoni, presidente del Centro studi ImpresaLavoro.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.