Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 24 Settembre 2018, ore 13.06
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari in lieve calo insieme all'Europa

Sul principale listino milanese svetta Saipem

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Piazza Affari chiude la giornata lieve calo al pari delle altre borse europee. Dopo un avvio sugli scudi, Piazza Affari ha azzerato i guadagni a metà seduta. Il nuovo Governo in Italia si è insediato ma l'incertezza tra gli investitori rimane. L'attenzione ora si sposta sulle politiche monetarie e alla fine del Quantitative easing, in vista della riunione della BCE attesa il 14 giugno.


Intanto, dall'altra parte dell'oceano, rimane stabile lo S&P-500 sulla piazza americana,

Seduta in lieve rialzo per l'Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,183. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,01%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell'1,64%.

Avanza lo spread, che si porta a 248 punti base, evidenziando un aumento di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,95%.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte cede lo 0,41%, senza slancio Londra che chiude con un -0,1%, e Parigi è stabile, riportando un misero -0,17%. Nessuna variazione significativa in chiusura per il listino milanese, con il FTSE MIB che cede lo 0,18%. Sulla stessa linea, rimane intorno alla linea di parità il FTSE Italia All-Share che chiude in calo dello 0,17%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta Saipem, che mostra un fortissimo incremento del 5,06% grazie alla commessa per la tratta Alta Velocità Brescia - Verona. In luce FCA che avanza del 3,13%. In evidenza Tenaris che chiude in rialzo del 2,90%. In salita Banca Generali (+2,90%), Brembo (+2,08%) e BPER che segna un importante progresso dell'1,93%.

Tra i peggiori, Salvatore Ferragamo (-3,43%). Affonda Moncler, con un ribasso del 2,57%. Crolla Mediobanca, con una flessione del 2,25%. Vendite a piene mani su Atlantia che soffre un decremento del 2,14%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Saras (+2,57%), Amplifon (+2,12%), Tamburi (+2,02%) e Reply (+1,70%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Falck Renewables, che ha chiuso a -5,76%. Pessima performance per Brunello Cucinelli, che registra un ribasso del 4,76%. Sessione nera per Hera, che lascia sul tappeto una perdita del 2,93%. In caduta libera IGD che affonda del 2,29%.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.