Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 23 Giugno 2018, ore 08.04
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, stipendi in calo per alcuni dirigenti scolastici nel 2020

I più penalizzati saranno quelli dell’Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Piemonte

Economia, Scuola ·
(Teleborsa) - "Sugli stipendi dei dirigenti scolastici si sta rasentando l’assurdo", dichiara il presidente dell'Udir Marcello Pacifico, spiegando che nonostante gli aumenti contrattuali sulla retribuzione “fissa”, in alcune regioni presto i dirigenti scolastici percepiranno meno che all'inizio della vigenza contrattuale, quindi del 2016.

I più penalizzati saranno quelli dell’Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Piemonte, dove l’arrivo di nuovi dirigenti scolastici porterà una consistente riduzione delle somme da assegnare individualmente: per le voci legate alla retribuzione variabile ed accessoria, si prevedono perdite superiori ai 10mila euro a preside. Non è da meno la retribuzione di risultato: questa “voce” non rientra nello stipendio mensile, viene pagata in un’unica soluzione annuale, per cui i dirigenti scolastici rischiano di non accorgersi nemmeno dei pesanti tagli già fatti e di quelli in arrivo. Sempre in Emilia Romagna, già nel 2016/2017 il budget e la media pro capite sono diminuiti drasticamente (dai 4mila ai 7mila euro, a seconda della fascia di appartenenza) e a regime diminuiranno ancora. In entrambi i casi, gli aumenti contrattuali non ce la faranno a compensare le perdite.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.