Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 21 Luglio 2018, ore 00.30
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Trasporto ferroviario lombardo si divide in due: fine della co-gestione in Trenord

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Il trasporto ferroviario regionale in Lombardia si divide in due, mettendo fine alla lunga collaborazione fra FNM, società partecipata dalla Regione, e Trenitalia, società del gruppo FS Italiana, nella partecipata paritetica Trenord che direttamente gestisce il servizio ferroviario locale.

Lo ha annunciato in Consiglio il Presidente della Regione, Attilio Fontana, dopo l'incontro avuto ieri con l'AD del gruppo FS Italiane, Renato Mazzoncini.

Trenord si divide

Sino ad oggi il trasporto ferroviario in Lombardia era gestito da Trenord, partecipata alla pari da FNM e Trenitalia con quote rispettivamente del 50% ciascuna, ma sono emerse recentemente nuove esigenze, tese all'effettuazione di investimenti, che hanno portato all'avvio di trattative fra la regione e l'operatore ferroviario nazionale.

Fontana ha parlato di "necessaria discontinuità" del servizio ferroviario lombardo per "garantire investimenti nei nuovi treni e migliorare la qualità del servizio", che altrimenti non avrebbero potuto concretizzarsi.

Nascono così due imprese ferroviarie, per incentivare appunto gli investimenti e la competizione. Più in dettaglio, Trenord sarà interamente controllata da FNM, ma è prevista la cessione parziale dell'attuale Contratto di servizio a Trenitalia, previa definizione del perimetro di attività.

Fontana ha spiegato che l'idea sarebbe quella di suddividere il servizio ed affidare a FNM le tratte più corte attorno alla città, il passante e Malpensa Express, mentre Trenitalia gestirebbe le tratte più lunghe (il 55% del totale).

Naturalmente, occorrerà anche un cambio della Governance ed autonomia decisionale del nuovo AD di Trenord per costruire un nuovo management "rinnovato e motivato" nelle linee guida della Regione.

I tempi dell'operazione

Per perfezionare l'operazione ci sarà tempo sino alla fine dell'anno, ma entro il 30 luglio verrà sottoscritto un accordo quadro per definire dettagliatamente le fasi del percorso.


FNM disponibile a discutere

In seguito alle dichiarazioni di Fontana, FNM che è quotata alla Borsa di Milano, si è dichiarata "disponibile ad approfondire con il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane le modalità tecnico-giuridiche" dell'operazione.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.