Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 18 Novembre 2018, ore 21.23
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Nave Diciotti: Mattarella chiama Conte e il premier dispone lo sbarco."Stupore" al Viminale

Il via libera arriva dopo la telefonata tra il premier e il capo dello Stato Mattarella

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - "Sta per iniziare lo sbarco dei migranti che sono a bordo della nave Diciotti". Lo annuncia il premier Giuseppe Conte che, nelle ultime ore, era in stretto contatto con il capo dello Stato Mattarella. Il premier chiarisce che è stata completata l'identificazione delle persone a bordo "con particolare riguardo a quelle a cui risulterebbero imputabili le condotte che configurano ipotesi di reato". Nei prossimi giorni proseguiranno gli accertamenti e l'ascolto di tutti i testimoni, si legge ancora nella nota ufficiale.

"STUPORE" AL VIMINALE - Al Viminale ci sarebbe stupore per gli interventi del Quirinale.

ORE CONCITATE - Nel corso della giornata, il ministro dell'Interno Matteo Salvini da Innsbruck aveva negato il via libera allo sbarco "Non voglio farmi prendere in giro. Finché non c'è chiarezza su quanto accaduto non autorizzo nessuno a scendere dalla Diciotti: se qualcuno lo fa al mio posto se ne assumerà la responsabilità", aveva dichiarato. "O hanno mentito gli armatori denunciando aggressioni che non ci sono state - e allora devono pagare - o l'aggressione c'è stata e allora i responsabili devono andare in galera".

DUE MIGRANTI INDAGATI PER VIOLENZA PRIVATA - La nave era ferma nel porto di Trapani con a bordo 67 migranti. La Procura della Repubblica di Trapani ha ricevuto due informative della Squadra Mobile di Trapani e del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato sui fatti accaduti a bordo del rimorchiatore Vos Thalassa l'8 luglio e ha proceduto all'iscrizione di un procedimento penale a carico di Ibrahim Bushara, sudanese, e di Hamid Ibrahim, ganese ai quali è contestato il reato di concorso in violenza privata continuata ed aggravata in danno del comandante e dell'equipaggio del rimorchiatore.



(Foto: Per gentile concessione della Presidenza della Repubblica)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.