Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 20 Agosto 2018, ore 21.08
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

MEF, da novembre 2018 al via la prescrizione dei "conti dormienti"

Il Fondo Rapporti Dormienti raccoglie somme inutilizzate dai legittimi proprietari per almeno 10 anni

Economia ·
(Teleborsa) - "Da novembre scadono i termini per recuperare i conti dormienti". Lo annuncia in una nota il Ministero dell'Economia e delle Finanze, esattamente 10 anni dopo l'istituzione, nel 2008, del Fondo Rapporti Dormienti, al cui interno sono confluiti conti correnti, libretti bancari e postali inutilizzati per almeno 20 anni.

La prescrizione preclude ai legittimi detentori e ai loro eredi di recuperare somme di denaro, non inferiori a mille euro, depositate presso le banche e non toccate da almeno un decennio. Il meccanismo prevede un aggiuntivo ed ulteriore termine decennale entro il quale si può richiedere allo Stato il rimborso di tali somme, temporaneamente depositate presso il già citato fondo.

Nel novembre prossimo cadranno in prescrizione i primi rapporti confluiti nel fondo nel 2008, scadendo così i termini per l'esigibilità delle somme. Si tratta di oltre 670 milioni di euro, al netto di eventuali richieste di rimborso, pronti a diventare un tesoretto non indifferente per le casse dello Stato. Gli interessati potranno verificare tramite la banca dati della Consap, una controllata del MEF, l'eventuale presenza di conti dormienti intestati a loro o ad un congiunto.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.