Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 25 Settembre 2018, ore 06.02
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Listini europei attorno alla parità

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 20.915 punti, con uno scarto percentuale dello 0,23%

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Incolore le principali borse europee al giro di boa, in attesa della riunione di politica monetaria della Banca Centrale Europea. Nulla di fatto per la Bank of England, che ha lasciato i tassi fermi allo 0,75%.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,162. Nessuna variazione significativa per l'oro a 1.204,6 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde l'1,31% e continua a trattare a 69,45 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 240 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,81%.

Tra gli indici di Eurolandia giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,51%, giornata fiacca per Londra, che segna un calo dello 0,27%, seduta senza slancio per Parigi, che riflette un moderato aumento dello 0,22%.

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 20.915 punti, con uno scarto percentuale dello 0,23%.

In buona evidenza a Milano i comparti chimico (+1,26%), viaggi e intrattenimento (+0,91%) e automotive (+0,51%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti alimentare (-1,55%), telecomunicazioni (-0,93%) e beni per la casa (-0,93%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza STMicroelectronics (+2,20%), Ferrari (+1,32%), Prysmian (+1,19%) e Banca Generali (+0,73%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Saipem -3,87% dopo l'addio del Chief Financial and Strategy Officer, Giulio Bozzini. SocGen ha confermato il giudizio Buy sul titolo della società ingegneristica e ha alzato il Target Price a 5,46 euro. Spicca la prestazione negativa di Campari, che scende dell'1,84%. Ferragamo perde l'1,62%. Calo deciso per Moncler, che segna un -1,47%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Credito Valtellinese (+3,92%), Juventus (+2,40%), SOL (+1,65%) e Acea (+1,15%). I più forti ribassi, invece, si verificano su ASTM -3,61%. Tonfo di Brunello Cucinelli, che mostra una caduta del 2,01%. Sotto pressione El.En, con un forte ribasso dell'1,84%. Soffre Sias, che evidenzia una perdita dell'1,62%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.