Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 20 Settembre 2018, ore 12.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

PIL, persi 2.000 euro pro capite in 10 anni

A lanciare l'allarme è il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli

Economia ·
(Teleborsa) - Negli ultimi 10 anni, gli italiani, hanno perso circa 2.000 euro di PIL pro capite. A lanciare l'allarme è il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli commentando i dati del rapporto "Eredità pesante, congiuntura difficile, legge di bilancio complessa" preparato dall'ufficio studi.

Secondo il rapporto, il PIL reale pro capite nel 2008 era pari a 28.200 euro mentre nel 2018 è sceso a 26.700 euro, con una riduzione del 5,4%.

Per il prossimo anno, Confcommercio stima che senza l'aumento dell'IVA, previsto dalla clausola di salvaguardia, il PIL aumenterà dell'1,1%. Se invece l'IVA dovesse aumentare, il tasso di espansione del Prodotto Interno Lordo si fermerà tra lo 0,8 e lo 0,7%.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.