Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 20 Ottobre 2018, ore 13.07
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Commissione Ue: "Obiettivo 32% di energie rinnovabili sui consumi finali entro 2030"

La Commissione prevede nuovi finanziamenti per un importo massimo di 865 milioni di euro

Economia, Energia ·
(Teleborsa) - "Nell'ambito dell'attuazione della direttiva 2009/28/CE sull'energia rinnovabile, compito della Commissione UE è monitorare le politiche di energia rinnovabile degli Stati membri, al fine di verificare se siano sulla buona strada per raggiungere il loro obiettivo nazionale al 2020, e per questo motivo mantiene uno stretto dialogo con gli Stati membri su questo tema".

E' quanto ha dichiarato a nome della Commissione europea Miguel Arias Cañete, Commissario europeo per il clima e l'energia. Secondo gli ultimi dati disponibili, la quota di energia da fonti rinnovabili sul consumo finale lordo di energia ha raggiunto il 17% nel 2016 nell'Unione europea e 11 Stati membri hanno già raggiunto i loro obiettivi per il 2020.

"La Commissione europea è attualmente impegnata ad analizzare le relazioni sui progressi degli Stati membri presentate per l'anno di riferimento 2015-2016 e su questa base - ha proseguito Cañete - produrrà una relazione di monitoraggio e se la quota di energia da fonti rinnovabili scenderà al di sotto della traiettoria indicativa, la Commissione UE agirà conformemente all'articolo 4 della direttiva attraverso meccanismi di cooperazione tra Stati membri. Lo scorso mese di giugno il Consiglio europeo e il Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo provvisorio per l'aggiornamento della direttiva sulle energie rinnovabili. Ciò include, tra l'altro, un approccio più europeo per raggiungere l'obiettivo UE di almeno il 32% di energie rinnovabili nel consumo finale di energia entro il 2030. La direttiva promuove inoltre l'uso di meccanismi di cooperazione e l'apertura volontaria di regimi di sostegno. Inoltre, la proposta della Commissione include nuovi finanziamenti in ambito energetico per un importo massimo di 865 milioni di euro, mirante a sostenere la cooperazione transfrontaliera di progetti di generazione di energie rinnovabili. Questo strumento fornirà assistenza tecnica, borse di studio e sovvenzioni per progetti che fanno parte di un meccanismo di cooperazione tra gli Stati membri", ha concluso il Commissario UE all'energia.

(Foto: Lukasz Kobus - © Unione Europea)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.