Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 15 Ottobre 2018, ore 19.58
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Conte riunisce la prima 'cabina di regia' sugli investimenti pubblici

Il premier ha rivelato che c'è un piano di investimenti aggiuntivi rispetto a quelli programmati per il prossimo quinquennio

Economia, Finanza ·
(Teleborsa) - Giuseppe Conte ha riunito ieri, 10 ottobre 2018, a Palazzo Chigi i manager delle principali partecipate italiane, che a giro hanno esposto i rispettivi piani di investimento mostrandosi disposte a incrementare ulteriormente i piani originari nel prossimo triennio.

"Abbiamo organizzato la prima riunione della cabina di regia, abbiamo invitato le principali aziende di stato - ha dichiarato il premier - . Abbiamo illustrato la nostra Manovra, volevamo interlocuzione. Volevamo un primo riscontro che ci stiamo muovendo bene. E abbiamo avuto la sensazione che l'Italia può fare sistema".

Conte ha rivelato che c'è un piano di investimenti aggiuntivi rispetto a quelli programmati per il prossimo quinquennio. "Stiamo parlando di 15 miliardi in più, che potrebbero arrivare a 20 se riuscissimo a realizzare tutta la semplificazione burocratica e le riforme strutturali".

Dalla "cabina di regia" degli investimenti sarebbe emerso che nel programma quinquennale di CDP ci sarebbero 22 miliardi di euro di investimenti attraverso società del gruppo, cifra che può salire sino a 35 con le riforme promesse dal Governo.

Per Ansaldo Energia era presente Gianni Pontecorvo, in rappresentanza dell'Amministratore Delegato Giuseppe Zampini impegnato all'estero. Secondo alcune indiscrezioni riportate da START Magazine, Pontecorvo, senior advisor dell'AD per l’internazionalizzazione e i rapporti con i ministeri, avrebbe proposto Ansaldo come la capofila di una filiera "nucleare" specializzata anche nel decommissioning che vedrebbe anche la presenza delle società Sogin (100% Mef) e Ansaldo Nucleare (posseduta da Ansaldo Energia).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.