Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 20 Novembre 2018, ore 08.38
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee sulla parità. In rosso Piazza Affari

In focus il CdM su Manovra e decreto fiscale, Brexit e elezioni in Germania

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Partenza in lieve calo per Piazza Affari in un'Europa poco mossa. Tra i dossier al vaglio degli investitori il Consiglio dei Ministri per l'approvazione di Manovra e decreto fiscale, l'ennesima fumata nera nelle trattative sulla Brexit e l'esito negativo alle elezioni in Baviera per il CSU, partito gemello della CDU di Angela Merkel.

Prevale la cautela sull'Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,28%. Seduta positiva per l'oro, che sta portando a casa un guadagno dello 0,83%. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 71,8 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 303 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,53%.

Nello scenario borsistico europeo piatta Francoforte, dove l'indice Dax sta avendo problemi tecnici. Senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, e sottotono Parigi che mostra una limatura dello 0,26%.

Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che mostra un leggero calo dello 0,24%; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 21.190 punti. Leggermente negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,43%); consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,19%).

Si distinguono a Piazza Affari i settori telecomunicazioni (+1,74%), viaggi e intrattenimento (+0,54%) e chimico (+0,48%). Tra i più negativi della lista del listino azionario italiano, troviamo i comparti automotive (-0,95%), materie prime (-0,84%) e sanitario (-0,70%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Telecom Italia (+1,84%) e A2A (+0,70%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Ferrari, che ottiene -1,80%.

Sotto pressione Brembo, con un forte ribasso dell'1,47%.

Soffre Mediobanca, che evidenzia una perdita dell'1,30%.

Preda dei venditori CNH Industrial, con un decremento dell'1,12%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Juventus (+2,03%), Tod's (+1,68%), Zignago Vetro (+1,29%) e Aquafil (+1,25%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Danieli, che ottiene -2,11%.

Si concentrano le vendite su Hera, che soffre un calo dell'1,71%.

Vendite su Ascopiave, che registra un ribasso dell'1,66%.

Seduta negativa per Acea, che mostra una perdita dell'1,59%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.