Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 30 Maggio 2020, ore 10.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Povertà, Italia prima in Europa per numero di persone a rischio

17,4 milioni di individui, pari al 28,9% della popolazione

Economia ·
(Teleborsa) - Preoccupano i dati sulla povertà diffusi dall'Eurostat, secondo i quali l'Italia è al primo posto in Europa per numero di persone a rischio di povertà ed esclusione sociale: 17,4 milioni di individui, pari al 28,9% della popolazione.

Si tratta dell'aumento maggiore di rischio (+3,4 punti percentuali) dopo la Grecia. Guardando alla percentuale delle persone a rischio rispetto alla popolazione, l'Italia scende al quinto posto, dietro Bulgaria (38,9%), Romania (35,7%), Grecia (34,8%) e Lituania (29,6%).

Il vicepremier Luigi Di Maio ha definito questi dati "devastanti", sottolineando che "con la Manovra del Popolo finalmente interveniamo sul dramma della povertà, che non può più essere trascurato come è stato fatto finora, visto che i poveri sono aumentati in maniera esponenziale. Questi dati - prosegue il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali - provano come le politiche seguite dai precedenti governi e avallate o imposte dalla Ue siano state devastanti per il nostro Paese. Tutto quello che è contenuto nella manovra è necessario per gli italiani ed è esattamente il contrario di quello che hanno fatto gli altri governi che hanno pensato solo ai privilegi di pochi, soliti, noti".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.