Lunedì 30 Novembre 2020, ore 12.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scambi al ribasso per l'azionario europeo. A Milano focus sulle trimestrali

Non aiutano i numeri sul PMI e la cautela per le elezioni di midterm negli USA

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, poco aiutate dal PMI che, pur rivisto al rialzo, ha confermato l'attuale momento di stasi dell'economia europea. In particolare, in Italia l'indicatore è sceso al di sotto della soglia che separa l'espansione dalla contrazione.



L'Italia continua inoltre ad essere osservata speciale dopo la bocciatura della Manovra da parte della Commissione europea. I mercati attendono qualche possibile novità dall'Ecofin di oggi dopo l'Eurogruppo della vigilia.

Da rilevare una certa cautela in vista dell'esito delle elezioni di midterm negli Stati Uniti.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,142. L'Oro è sostanzialmente stabile su 1.231,3 dollari l'oncia. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 62,72 dollari per barile.

Torna a salire lo spread, attestandosi a 297 punti base, con un aumento di 9 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,39%.

Tra i listini europei Francoforte cede lo 0,23%, Londra lo 0,90%, Parigi lo 0,39%.

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,38%; sulla stessa linea, in lieve calo il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata sotto la parità a 21.148 punti. Leggermente negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,48%); sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,08%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, brilla Campari, con un forte incremento (+4,01%) grazie alla trimestrale positiva.

Ottima performance per Mediaset, che registra un progresso del 2,74% dopo l'aggiornamento sulla raccolta pubblicitaria.

Exploit di Intesa Sanpaolo +2,29% con il mercato che sembra aver apprezzato i conti da poco diffusi.

Ben impostata STMicroelectronics, che mostra un incremento dell'1,36%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Ferrari, che ottiene -3,27%.

Seduta negativa per BPER, che mostra una perdita dell'1,80%.

Sotto pressione Buzzi Unicem, che accusa un calo dell'1,63%.

Scivola UBI Banca, con un netto svantaggio dell'1,57%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Juventus (+4,19%), Gima Tt (+2,11%), Hera (+1,40%) e Mutuionline (+1,38%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Banca Ifis, che continua la seduta con -6,67%.

Affonda doBank, con un ribasso del 3,34%.

Crolla El.En, con una flessione del 3,18%.

Vendite a piene mani su Rai Way, che soffre un decremento del 2,48%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.