Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 19 Novembre 2018, ore 16.25
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Di Maio scarica la Raggi in attesa della sentenza sulle nomine

La Procura ha chiesto per la Sindaca di Roma dieci mesi di reclusione

Politica ·
(Teleborsa) - C'è grande attesa per la sentenza sulle nomine che vede imputata la sindaca di Roma Virginia Raggi, accusata di aver dichiarato il falso nell'ambito del processo sulle nomina di Renato Marra alla direzione del dipartimento Turismo del Campidoglio.

Secondo la Procura di Roma la sindaca romana "mentì alla responsabile dell'Anticorruzione del Campidoglio nel dicembre del 2016" perché se avesse detto che la nomina di Renato Marra era stata gestita dal fratello Raffaele, sarebbe incorsa in un'inchiesta e "in base al codice etico allora vigente negli M5S, avrebbe dovuto dimettersi", ha dichiarato in aula il procuratore aggiunto Paolo Ielo.

Intanto il vicepremier Luigi Di Maio scarica la pentastellata. Il codice etico "si è sempre applicato nel M5S. Ho sentito anche di quello che si dice in questo momento, che si sta provando a modificare il codice, ma non c'è nessuna volontà di fare alcuna cosa del genere. E' una questione di coerenza", ha precisato il leader del M5S.

La Procura ha chiesto per la Raggi dieci mesi di reclusione.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.