Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 17 Dicembre 2018, ore 06.44
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Fisco, ultima chiamata per la rottamazione bis

Economia ·
(Teleborsa) - Ancora una manciata di ore e 345 mila contribuenti potranno recarsi alla cassa per pagare le rate scadute della rottamazione-bis delle cartelle e non perdere così i benefici concessi dalla legge.

Oggi, 7 dicembre, infatti, è l'ultimo giorno per non perdere la nuova opportunità prevista dalla terza versione della rottamazione ora all'esame della Camera.

L'Agenzia delle Entrate-Riscossione ricorda che chi non è riuscito a pagare, in tutto o in parte, una o più rate della "rottamazione bis" in scadenza a luglio, settembre e ottobre, può regolarizzare la propria situazione effettuando i pagamenti entro il 7 dicembre 2018 e usufruire direttamente dei benefici previsti dalla nuova definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione-ter.

Il versamento delle rate dovute consente l’automatico differimento degli eventuali successivi pagamenti delle somme residue “rottamate” (in scadenza a novembre 2018 e febbraio 2019) che saranno ripartiti in 5 anni a partire dal 31 luglio 2019.

Per i contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata, la legge prevede il vantaggio di pagare il solo importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagano gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.