Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 22 Maggio 2019, ore 19.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Sigep e i mille panettoni dei grandi pasticceri italiani

A Rimini dal 12 dicembre torna l'appuntamento con l’Osservatorio Sigep di Italian Exhibition Group che fotografa in anteprima i dolci artigianali natalizi.

Economia ·
(Teleborsa) - A Rimini dal 12 dicembre torna puntuale il consueto appuntamento con l’Osservatorio Sigep di Italian Exhibition Group che, alla vigilia delle feste, fotografa in anteprima i dolci artigianali delle tavole italiane imbandite. In contemporanea con il Salone mondiale del dolciario artigianale, che quest’anno festeggia- dal 19 al 23 gennaio- l’anniversario dei suoi 40 anni, il Sigep muove dai segnali positivi che registra la spesa sostenuta, molto anche online, per l’acquisto dei dolci artigianali natalizi.

sono infatti ben 6,2 i miliardi di euro spesi dagli italiani per l’acquisto di tali leccornie passando per un non mai antico Panettone fino ad arrivare a spalancare le porte della sperimentazione.

Ognuno lo fa a modo suo, con tecniche ed ingredienti differenti. Iginio Massari, il maestro dei maestri della pasticceria nostrana,ha detto: “Sono un innovatore tradizionalista rispetto la tradizione nella sua essenza più profonda, ma ogni anno imprimo al mio panettone un tocco innovativo. Utilizzo prodotti primari ineccepibili e valorizzati dall’evoluzione della tecnica e della tecnologia: un panettone fatto bene è sempre un buon panettone”. Roberto Rinaldini di Rimini invece il panettone lo fa fa di due chili, al profumo di marron glacé del Piemonte e albicocche dal Vesuvio, con ben 60 ore di lenta lievitazione.

Ricorda i limoni di Sorrento, la nocciola piemontese e il Montepulciano d’Abruzzo quello firmato da Federico Anzellotti, presidente della Confederazione Nazionale Pasticceri Italiani.

Infine la torinese Silvia Federica Boldetti, prima donna entrata nell’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani, lo tinge di rosa usando frutti di bosco e una copertura a base di cacao “Ruby”.

Golosi omaggi al Natale dunque dai pasticceri in allenamento per il Campionato Italiano di Pasticceria Seniores del prossimo SIGEP. tra gli altri anche Charles Di Vita che delizierà i palati del Belpaese da Acireale con ‘Fiore dell'Etna’, frolla bretone alla mandorla con cuore di crema leggera al caffè e inserto croccante. Siciliano, di Ragusa, presente anche Gianluca Cavallo con la sua ‘Torta Regina’: 5 strati alternati di crema lavorata e salsa di fragoline e frutti di bosco e, dalla Romagna Alessandro Bertuzzi, pasticcere e docente internazionale, andrà a comporre un pandoro con vaniglia e gelsomino impreziosito dall’arancio grattugiato nell’impasto per esaltare, senza stravolgere, la ricetta originale.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.