Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 22 Gennaio 2019, ore 15.51
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Salini Impregilo, la società Lane conclude vendita impianto USA a Eurovia

Il valore della vendita già annunciata in precedenza è di 555 milioni di dollari

Finanza, Trasporti ·
(Teleborsa) - Lane, una società del Gruppo Salini Impregilo, ha annunciato la conclusione della vendita della divisione Plants & Pavings ad Eurovia SAS, società che fa parte del Gruppo Vinci. Il corrispettivo, corrisposto integralmente in cash è di 555 milioni di dollari con aggiustamenti di prezzo per ulteriori asset.

L'operazione, già annunciata il 20 Agosto 2018, conferma la strategia di crescita del business, orientata sulle attività core e verso l’acquisizione di grandi progetti infrastrutturali negli Stati Uniti. La vendita concerne infatti impianti per la produzione di asfalto ed altri asset, concentrati soprattutto nel Texas e lungo la costa orientale del paese, che non rappresentano l'attività tipica del gruppo.

"Siamo molto soddisfatti della chiusura nei tempi previsti di una operazione che ci ha permesso di dismettere un settore non core per Lane, per focalizzarci con sempre maggiore determinazione su segmenti su cui il Gruppo ha incentrato il proprio modello di business, in particolare per l’acquisizione di grandi progetti infrastrutturali nei settori trasporti, acqua e tunnelling, in linea con la strategia di crescita globale", ha affermato Pietro Salini, Amministratore Delegato del gruppo, aggiungendo "l'operazione ci ha permesso di creare valore anche dal punto di vista finanziario" e con "la cessione di questo asset consolidiamo la crescita di Lane, una società destinata a diventare il nostro polo di sviluppo per il Nord America in tutti i segmenti delle grandi infrastrutture complesse".

Gli Stati Uniti rappresentano il primo mercato per il Gruppo per ricavi e, da gennaio 2018 ad oggi, vale a oltre 3,1 miliardi di dollari di valore complessivo dei nuovi contratti e dei contratti in corso di finalizzazione, con una crescita del backlog costruzioni di oltre il 30% rispetto all’esercizio precedente
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.