Martedì 24 Novembre 2020, ore 18.34
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Roma Investing Forum 2018, UE favorisca investimenti e unione banche e mercati

Sei proposte per orientale le scelte del nuovo maxi piano di investimenti che deve puntare sulle PMI, sull'innovazione, sulle infrastrutture e sulla sostenibilità

Economia, Finanza ·
(Teleborsa) - Occorre che la UE garantisca un solido piano di investimenti, con una accelerazione su infrastrutture, innovazione e sostenibilità e particolare attenzione al segmento delle piccole e medie imprese (PMI), rafforzando al contempo la coesione dal lato finanziario con l'Unione dei mercati dei capitali, mettendo al centro gli investitori istituzionali e completando la sospirata unione bancaria.



Sono queste le proposte emerse al Rome Investment Forum 2018, organizzato dalla FeBaf, la Federazione banche assicurazioni e finanza, tenutosi nella Capitale il 14 e 15 dicembre 2018.

Il Presidente Luigi Abete ha rimarcato che "l'UE è ad un bivio" e deve scegliere fra lo "status quo" ed una nuova stagione di "riforme ed investimenti".

La FeBaf ha ricordato infatti gli effetti positivi del Piano Juncker sugli investimenti strategici, incentrato su garanzie statali e partnership pubblico-privato, auspicando che anche il nuovo piano InvestEU, che mobilita 650 miliardi in cinque anni, estenda questa logica e punti sulle riforme, accelerando sugli investimenti nel settore privato e sulle infrastrutture sostenibili e sociali.

A questo scopo occorre rafforzare un mercato dei capitali europeo, che possa catalizzare il risparmio, facilitando forme di finanziamento alternative al credito bancario, da tradurre in investimenti sulle PMI e sull'innovazione.

Nel contesto del dibattito sull'UE si è parlato anche di Brexit e dei costi in termini "economici e sociali" posti da una seclta di separazione dall'Unione.

A rappresentare il mondo delle imprese, grande industria e PMI, erano presenti il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e Luca Peyrano, Ad di ELITE (London Stock Exchange), il popolatissimo mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese. E proprio quest'ultimo ha sottolineato che “saranno le PMI ambiziose e ad alto potenziale a dare nuova linfa all’Europa" e che ELITE fa proprio questo: lavorare con le PMI per "prepararle alle sfide della crescita e per connetterle con il mercato dei capitali.”

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.