Giovedì 26 Novembre 2020, ore 05.23
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Eni: nel 2019 punto di svolta nella realizzazione del progetto Rovuma LNG

Il colosso petrolifero italiano concretizza la Joint venture con Exxon Mobil e altre big. Lo sviluppo dell'Area 4 in Mozambico sembra così vicino alla realizzazione

Economia, Energia ·
(Teleborsa) - La Joint venture tra Eni, Exxon Mobil e altre big petrolifere sembra ormai ad un punto di svolta fondamentale e, con essa, la prima fase del del progetto Rovuma LNG nel 2019 sembra essere più vicina alla sua attuazione.



Le società coinvolte nello sviluppo dell’Area 4 (ExxonMobil, Eni, China National Petroleum Corporation, Empresa Nacional de Hidrocarbonetos, Kogas e Galp), fa sapere una nota di quello che era l’Ente nazionale idrocarburi, hanno infatti ottenuto impegni di acquisto del GNL (gas naturale liquefatto) da società affiliate dei partner stessi.

Questo risultato arriva dopo che, a luglio 2018, la Mozambique Rovuma Venture aveva sottoposto al governo del Mozambico i piani di sviluppo per la prima fase del progetto Rovuma LNG, che include la produzione, liquefazione e commercializzazione del gas naturale dai campi di Mamba, nell’Area 4 nell’offshore del bacino di Rovuma, in Mozambico.

Nell'operazione, utile anche per lo sviluppo sia a breve sia a lungo termine del paese africano, ExxonMobil guiderà la costruzione e l’operatività dei treni di liquefazione e dei relativi impianti onshore per conto della joint venture, mentre Eni avrà il ruolo di realizzare e collaudare l’operatività degli impianti upstream.

L’efficacia degli impegni è comunque subordinata alla conclusione degli accordi definitivi, che saranno finalizzati e siglati nelle prossime settimane, e all’approvazione da parte del governo del Mozambico.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.