Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 24 Agosto 2019, ore 09.12
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Anief: al via "operazione verità" in 8 mila istituti

assemblee sindacali in ogni comune che abbiano lo scopo di ascoltare i problemi negli istituti e giungere a soluzioni per il settore della scuola

Economia ·
(Teleborsa) - Con l’inizio del 2019 Anief avvia "l'operazione verità" in 8 mila istituti. Il piano strategico del sindacato vuole partire in loco, dai luoghi di lavoro, organizzando assemblee sindacali in ogni comune che abbiamo lo scopo di ascoltare i problemi che si presentano negli istituti e giungere a soluzioni condivise che migliorino il settore della scuola

"Vogliamo sapere in ognuna delle 8 mila scuole se sono rispettati i criteri di formazione delle classi e accertare quali siano i posti vacanti in organico, se sono stati assegnati tutti i posti di sostegno richiesti dai dirigenti scolastici o segnalati dalle équipes mediche, se tutti i precari ricevono lo stesso trattamento economico del personale di ruolo, se i supplenti brevi prendono l’assegno relativo al salario accessorio, se il personale di ruolo ha ottenuto il risarcimento per l’abuso dei contratti a termine e se i neo-immessi in ruolo sono stati discriminati sulla progressione di carriera". Questo il commento di Marcello Pacifico, presidente dell’Anief. All’opera per ricercare collaboratori e legali, l’associazione sta reclutando su vari livelli, i soggetti che metteranno in pratica concretamente questo progetto.

Sempre Pacifico spiega: "Vogliamo fare una grande inchiesta che partirà dalla storia delle persone, dei lavoratori, dei professionisti dell’educazione. Ricominciamo a fare sindacato, lasciando tanto spazio dopo l’informazione all’ascolto e alla consultazione. Ci siamo distinti per aver aperto la grande stagione dei ricorsi nel mondo della scuola, oggi i legali degli altri sindacati fanno gli stessi nostri contenziosi citando in giudizio i propri sindacati firmatari delle norme contestate. Con la rappresentatività cercheremo di far ascoltare le nostre ragioni ai tavoli".





Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.